Cerca nel blog

giovedì 19 marzo 2015

Mostra ad Amsterdam - the Seasons in Chianti- by Franco Franceschi

LE STAGIONI NEL CHIANTI

Il 21 maggio 2015 si inaugurerà ad Amsterdam nell'area espositiva dell'Istituto Italiano di Cultura la mostra fotografica di Franco Franceschi  "Le stagioni nel Chianti" che per l'argomento, il mutare di forme e colori della campagna del Chianti senese durante l'evolversi delle stagioni, e per l'affetto che in tante parti del mondo si nutre per quella regione che, sarà di grande interesse sia per i connazionali residenti nella capitale che per gli olandesi stessi.

Questa mostra, dopo l'esordio nella Tenuta Ruspoli Berlingheri di Lilliano, nell'area in cui le immagini erano state pensate e realizzate, è stata portata con successo negli ultimi anni in Francia, a Grenoble e Lille, in Slovenia, a Lubjana e Izòla e nel Regno Unito, a Bangor ed Edimburgo.

La visione di parte delle immagini sarà resa possibile attraverso il sito www.francofranceschi.it tramite il link The Seasons in Chianti nella sezione "fine art pictures".

La ricerca si compone di un centinaio di fotografie di particolari della campagna senese immortalati nell'alternarsi delle stagioni durante gli otto anni di permanenza dell'autore a Castellina.

Sono immagini fuori del comune, di chiara ispirazione pittorica, ma arricchite da un taglio netto, che produc composizioni geometriche.

Mai totali, ma sempre parziali, perchè è nel particolare che si può leggere la traccia della perfezione. Ne nasce così un Chianti vissuto, più che visitato.

La mostra di Amstedam sarà composta da 40 immagini selezionate fra quelle della collezione e verrà presentata nel formato 40x60

Un accenno sulle immagini nelle parole dell'autore stesso:

"Si fotografa per amore, e con passione e sincerità e allora, e solo a queste condizioni, nascono le foto belle. Quale che sia il soggetto  non cambia la sostanza. Per fotografare occorrono due capacità fondamentali: guardare tutto senza nulla tralasciare e saper vedere quello che si sta guardando.

Per la prima occorre molta pazienza e per la seconda un particolare spirito d'osservazione che nasce dall'amore per il dettaglio che io ho percepito con l'uso della fotocamera 35mm che permette di osservare i dettagli isolandoli dalla visione generale, cosa che con un grande formato è impossibile.

Il dettaglio è la visione del cannocchiale (già il binocolo distrae) e va cercato camminando perchè in auto, quando si capisce che il dettaglio c'è, o che ci potrebbe essere, si è già lontani.

Occorre anche intuire dove il dettaglio potrebbe essere o dove si nasconde alla vista dei più, ma questo è in buona parte frutto d'abitudine. La ricerca che ho voluto chiamare "Le stagioni nel Chianti" è una storia d'amore.

Nasce dal desiderio di dimostrare a questa terra, il Chianti Senese, e ai suoi abitanti il mio affetto e la gratitudine per dieci anni meravigliosi trascorsi là con amici veri, vino buono, e cibi antichi aspettando il mutare di luci forme e colori durante l'evolversi delle stagioni ed il trascorrere del tempo, perché non c'è mai un'estate o un'inverno uguali ai precedenti "

Rassegna stampa

 Le Douphiné Libre,  Grenoble Marzo 2006  En s'attardand sur del détailles, il a voulu montrer ce que personne ne voit au premier abord" Esplique Laura Toffolo directrice de l'Institut culturel Italien. Le photographe a ainsi préféré les champs de tournesols aux oliviers, les saisons automnales et hivernales aux saisons touristiques. Devant des vignobles présentés sous un angle original, le visiteur se perd au fil d'un ruisseau, agrédablemente bercé par les lumières qui plongent les villages dans la brume au sortir de la saison estivale. En s'attardant longuement sur la lumière, le photographe a pris le parti de la terre et de la nature.

La Voix du Nord,  Lille  Maggio 2006  Franceschi consacre un trentaine de prises de vue à la beauté de cette campagne, à travers le quatre saisons. Sous le soleil ou sous la neige, par ciel nouageux ou bleu azur, cette terre merveilleuse se révèle dans toute sa splendeur.

Corriere di Siena,  Giugno 2006  Si tratta di immagini fuori del comune, di chiara ispirazione pittorica, ma arricchite da un taglio netto, di particolari della campagna senese. Mai totali, ma monocromatici parziali

Corriere di Siena,  Agosto 2006  Franceschi è un fotografo di moda ed è bolognese. Ha sempre vissuto in città. Lo potremmo definire un fotografo metropolitano, ma le immagini che ci ha restituito del Chianti dimostrano una sensibilità ed un amore verso la natura e la nostra terra difficilmente riscontrabili.

Dalla presentazione di "Le Stagioni nel Chianti" a Lubiana novembre 2007  Franco Franceschi si dedica, da oltre dieci anni, ad una personale ricerca che esprime il suo modo di sentire l'ambiente che lo circonda: la natura e la presenza umana restituendo, sulla carta fotografica, quello che la sua sensibilità coglie. Forme e linee appartenenti a elementi comunemente ritenuti statici come le costruzioni o senz'anima come la campagna vivono e esprimono carattere e sensazioni tanto quanto il particolare di un corpo umano.  Dott. Roberta Ferrazza Direttrice dell'Istituto di Cultura Italiana

Il Fotografo,  Novembre 2007 Trenta immagini a colori (…), che riprendono alcuni particolari della campagna toscana colti nel mutare delle stagioni: linee, filari di vite, ferite inferte dall'uomo alla natura o sfumature delicate che ricordano più un paesaggio sottomarino che le Crete senesi, ci raccontano infatti un Chianti sorpreso quasi sempre fuori stagione, con solchi ghiacciati nei campi e neve sui tralci di glicine (…) Ed è attraverso le immagini esposte in questa mostra che si delinea la personale visione di quest'autore che, contrariamente alla norma in cui si dipingono traboccanti di colori vivissimi, è quasi prettamente monocromatica

Stefania Biamonti


La Nazione, Febbraio 2008  …Perché nelle sue foto le vigne, gli olivi, i cipressi, la neve o il sole parlano il linguaggio della natura, ma si sposano anche con il segno dell'uomo che quella natura continua ad amare e coltivare (…) lasciando che sia l'intensità di un filare a dare il senso dell'intera vigna (…). Nonostante l'utiliszzo del colore , il suo è un Chianti quasi monocromatico, dove ogni tono racconta segreti e atmosfere uniche in ogni stagione  Olga Mugnaini



PRESENTAZIONE DELL'AUTORE
Franco Franceschi si avvicina alla fotografia dopo un periodo di disegno e pittura.
Dopo alcune esperienze in testate universitarie e quotidiani locali per servizi di costume si dedica al reportage di viaggio.
Nel 1978 fonda lo Studio Alfa Tau dedicandosi esclusivamente alla foto di moda in cui ha voluto esprimere la sensibilità che gli derivava dalla passione per il cinema.
Dal 1980, inizia la collaborazione con Amica, Cosmopolitan, Harper's Bazaar e altre importanti Testate sia in Italia che all'estero, oltre che con le più  importanti aziende di abbilgliamento.


All'inizio del nuovo secolo riscopre il piacere dell'immagine di ricerca e si applica a essa sempre maggiormente e nel 2002  inizia una serie di mostre in Italia.
Al Festival Internazionale di Orvieto del 2003 viene premiata la sua prima monografia edita da "Edizionitalia"
mentre le sue immagini vengono richieste per mostre personali in diversi Paesi. Ampliate le sue ricerche sul dettaglio, dal paesaggio all'architettura e al design, sta portando le sue immagini in mostre personali in diversi Paesi d'Europa negli Stati Uniti e in Sud America.


 
MOSTRE

2002 - Bologna, Palazzo D'Accursio. "Linee architettoniche". Personale


2002 - "Polis urban e-motion". Itinerante nel mondo. Collettiva


2003 - Castellina in Chianti, Rocca Medioevale. "Metropolis". Personale


2004 - Anzola, Palazzo Stella "Linee architettoniche" Personale


2004 - Bologna, Gall.d'Arte Re Enzo. "Moderni e Contemporanei". Collettiva


2004 - Vilnius (LV), I.I.C. "Linee architettoniche". Personale


2005 - Milano. Hypegallery. Collettiva


2006 - Lilliano, Tenuta Ruspoli Berlingheri. "le stagioni nel Chianti" Personale


2006 - Milano Image System. Collettiva


2006 - Grenoble (F). I.I.C."les saisons en Chianti". Personale


2006 - Lille (F). Palais Rihour. "les saisons en Chianti". Personale


2007 - Varsavia (POL) - Mazowieckie Centrum Kultury "Vintage" Personale


2007 - Lubiana (SLO), "Le stagioni nel Chianti" Personale


2007 - Osijek (HR), Galleria Likovnih Umjetnosti "Vintage" Personale


2007 - Warsavia (POL), I.I.C. "Vintage" Personale


2007 - Osijek (HR), Galleria Magis. "Architectures" Personale


2007 - San Francisco (USA) - GEN.ART -"Vintage" Personale


2007 - San Francisco (USA) - I.I.C. "Vintage" Personale


2007 - San Francisco (USA) . I.I.C. "900's Architecture". Personale


2008 - Isòla (SLO) "Le stagioni nel Chianti" Personale


2009 - Lima (Perù). "Bologna's 20th Century" Personale


2009 - Copenhagen (DK) "Vintage" Personale


2009 - Santiago del Estero (AG) "Bologna's 20th Century" Personale


2009 - Grenoble (F). I.I.C."Bologna's 20th Century". Personale
2010 - Bologna, Art to Design. "Stones Portrait". Personale
2010 - Nida (LV) Baltic Photo Festival. "Modern Architecture" Personale


2011 - Grenoble (F). I.I.C."Photographier Grenoble". Personale
2013 - Bologna (I) DuepuntiLab - "Crisalidi e Farfalle" Personale
2013 - Sofia (BG) ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA "Bologna".Personale
2013 - Bangor (UK) Carnegie Library "The Seasons in Chianti" Personale
2014 - Edimburgo (UK) Valvona & Crolla "The Seasons in Chianti" Personale

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI