Cerca nel blog

mercoledì 29 luglio 2009

Palazzo Reale. Mostra di Monet



PALAZZO REALE. DANZA, MUSICA E TEATRO ALLA MOSTRA DI MONET

Milano, 29 luglio 2009 - Nell'ambito della mostra Monet Il tempo delle ninfee, le 20 grandi tele di Monet (1840 – 1926) presentate per la prima volta a Milano in collaborazione con il Museo Marmottan di Parigi, gli spazi espostivi di Palazzo Reale ospiteranno tre eventi incentrati sulle corrispondenze simboliche fra letteratura, arte e musica.

Nelle sale di Palazzo Reale, tra i capolavori nati dallo studio di Claude Monet sulle ninfee del suo giardino giapponese di Giverny, esposti assieme a una selezione di stampe di Hokusai e Hiroshige che illustrano le influenze della tradizione giapponese sull'artista, da domani, per tre giovedì, dalle 21.15 alle 22.00, sono in programma letture teatrali, coreografie di danza contemporanea ed esecuzioni musicali a tema.

"Con questa iniziativa festeggiamo i 100mila visitatori della mostra Monet. Il tempo delle ninfee – spiega l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory -. Monet non è che una tappa all'interno di un progetto che ripensa il profondo rapporto tra cultura e natura. Monet è un 'eco-pittore'. Ma sarebbe un grave errore parlare della cultura solo attraverso la pittura. Perché se la pittura è poesia con i colori, la poesia è pittura con le parole. Milano ha bisogno di entrambe – continua Finazzer Flory –. L'anno prossimo la Casa della poesia sarà rafforzata dal punto di vista delle idee e dei finanziamenti per renderla sempre più collegata a Palazzo Reale. Potremmo anche pensare di ospitare opere d'arte alla Casa della poesia, affinché Palazzo Reale e la Palazzina Liberty stabiliscano una strategia comune".

Le corrispondenze sono proposte nei testi poetici di Charles Baudelaire (1821-1867), Arthur Rimbaud (1854-1891) e Stéphane Mallarmé (1842 – 1898) in una ri-lettura teatrale degli anni dell'impressionismo e della poesia simbolista francese che intessono, in particolare, lo scenario culturale della seconda metà dell'Ottocento.

Il programma

Giovedì 30 luglio - ore 21.15
Charles Baudelaire, I fiori del male
letture teatrali con Laura Marinoni
Musiche: Luca Santaniello - violino (Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi)

Giovedì 13 agosto – ore 21.15
estratti da Biometrie
Compagnia Giovani - Associazione Pier Lombardo di Milano
coreografie di Susanna Beltrami

Giovedì 27 agosto 2009 – ore 21.15
Arthur Rimbaud e Stéphane Mallarmé: Le illuminazioni e La poetica degli effetti
letture teatrali con Giovanna Bozzolo
Musiche: Fausto Ghiazza - clarinetto (Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi)




--
Postato su MilanoNotizie

Puki Pacifista by the american artist Reynolds in Rome | studio.ra

Puki Pacifista by the american artist Reynolds in Rome studio.ra
Puki Pacifista: dal 6 al 14 agosto 2009: opere di ReynoldsPerformance artistica partecipativa:giovedi 6 agosto alle ore 19, studio.ra – Roma


Lo studio.ra presenta Puki Pacifista, opere su carta dell’artista americana Reynolds. I Pukis di Reynolds sono piccoli acquerelli di “guerriglia” che deridono i capolavori di pittura, viaggiando in tutto il mondo. I Pukis glorificano il mondo della cultura celebrando storie scomparse attraverso la visualizzazione di ciò che di solito è nascosto.

I Pukis sono accompagnati da una video-installazione di “Puki Procession“, un progetto in movimento in cui i partecipanti, vestiti in vesti rituali, portano i Dipinti Puki su Banner. A ciò si affiancherà la performance partecipativa in onore dell’antica Goddess, divinità scomparsa in Iraq, e dei riti indigeni che sono minacciati da culture egemoniche. Partendo dallo studio.ra, i partecipanti percorreranno un breve itineriano del Parco archeologico dell’Appia Antica, nella Valle della Caffarella, seguendo le sacre rive del fiume Almone, fino alla Fonte della Ninfa Egeria: un territorio storico e artistico pieno di richiami allegorici e leggendari.

studio.ra

Va Bartolomeo Platina, 1/F – 00179 Roma

Tel. 06 43417800 349 1597571htinfo@studiora.eu

Orario: da lunedì a domenica – dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20,30

Corciano Festival 2009 Mostra "Nello Palloni e i suoi maestri"

Mostra

NELLO PALLONI E I SUOI MAESTRI:

Guerriero Giappesi

Gerardo Dottori

Alessandro Bruschetti

Corciano (PG)

Palazzo Comunale, Sala dell'Antico Mulino

1 agosto-6 settembre 2009

Promossa e organizzata dall'Amministrazione Comunale e dall'Associazione Turistica Pro Corciano, nell'ambito della 45a edizione di Corciano Festival, sabato 1° Agosto 2009, alle 18, presso la Sala dell'Antico Mulino del Palazzo Comunale di Corciano si inaugurerà la mostra dal titolo "NELLO PALLONI E I SUOI MAESTRI: Guerriero Giappesi - Gerardo Dottori - Alessandro Bruschetti" a cura di Massimo Duranti, Antonio Carlo Ponti e Alessandra Tiroli.

La mostra vuole essere un omaggio a Don Nello Palloni, sacerdote della Parrocchia di San Barnaba a Perugia, morto a 73 anni, nella primavera del 2008, e a coloro che furono i suoi maestri d'arte: Guerriero Giappesi, anch'esso sacerdote e raffinato pittore formatosi all'Accademia di Belle Arti di Perugia; Gerardo Dottori, maestro indiscusso dell'aeropittura e Alessandro Bruschetti, a sua volta allievo di Dottori.

Nella Sala dell'Antico Mulino saranno esposte 27 opere di Don Palloni, Dottori e Bruschetti, quest'ultimi determinanti per la svolta futurista del sacerdote.

Da sottolineare che di Dottori e Bruschetti verranno presentate un buon numero di opere inedite e mai pubblicate.

Di Don Palloni saranno anche esposti i bozzetti utilizzati per i mosaici da lui realizzati ed in particolare quello per il grande mosaico dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, sua ultima opera pubblica. Oltre che ottimo pittore, interprete dell'arte sacra futurista, fu un bravissimo restauratore, mosaicista e maestro di vetrate.

Da Gerardo Dottori, Don Nello trasse gran parte della sua ispirazione e nella mostra si potranno ammirare opere a lui dedicate.

Con Alessandro Bruschetti, il sacerdote strinse profonda amicizia e questo sentimento influenzò molto il suo lavoro.

Per Don Guerriero Giappesi che reputava Palloni "il migliore tra i suoi allievi" e il "Giotto che ha superato Cimabue", è stata allestita una sala adiacente all'Antico Mulino. La mostra, curata da Alessandra Tiroli proporrà 40 opere circa, tutte inedite.

L'esposizione ha una doppia valenza poiché Don Guerriero Giappesi era originario proprio di Corciano, luogo in cui si trovano tutt'ora gran parte delle opere che riguardano la sua produzione.

L'iniziativa diviene una sorta di doppio omaggio a due uomini di fede e due artisti che hanno saputo coniugare la fede in Dio e quella nell'arte operando in entrambi i casi con grande zelo e devozione.

Il catalogo della Effe–Fabrizio Fabbri Editore, Collana Corciano Festival, è a cura di Massimo Duranti e Antonio Carlo Ponti, con un testo di Alessandra Tiroli.

Hanno collaborato all'organizzazione della mostra e alla stesura del catalogo Andrea Baffoni e Francesca Duranti.

Corciano Festival 2009 che si tiene dal 1° al 16 Agosto offre un cartellone ricco di mostre d'arte, musica, teatro, incontri, iniziative letterarie, cinema, rievocazioni storiche in costume quattrocentesco e serate eno-gastronomiche.

La manifestazione che si avvale del patrocinio della Regione Umbria, la Provincia di Perugia, l'Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia e la Camera di Commercio di Perugia, oltre al Comune e l'Associazione Turistica Pro Corciano, è resa possibile grazie al main sponsor BANCA DI MANTIGNANA - alle aziende SUSA, PRIMIGI, CGA Impianti, BELVEDERE Immobiliare, COOP UMBRIA CASA, CONAD PAC 2000, GLOBO, CALCESTRUZZI MAGIONE GRADASSI E C., BRUNELLO CUCINELLI CASHMERE, UNICREDIT BANCA per il contributo economico.

Un ringraziamento particolare al Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell'Umbria per l'utilizzo della Chiesa - Museo di San Francesco ed al Fondo Edifici di Culto per l'utilizzo della Chiesa di Sant'Agostino.

NOTIZIE RIEPILOGATIVE

TITOLO MOSTRA: NELLO PALLONI E I SUOI MAESTRI:Guerriero Giappesi, Gerardo Dottori, Alessandro Bruschetti

A CURA DI: Massimo Duranti, Antonio Carlo Ponti, Alessandra Tiroli

INAUGURAZIONE: sabato 1° Agosto 2009, ore 18

SEDE MOSTRA: Palazzo Comunale, Sala dell'Antico Mulino

DURATA: 1° Agosto - 6 Settembre 2009

ORARIO: dal 1° al 16 Agosto: 17-23,30 * festivi 10,30-13 e 17-23,30

dal 17 Agosto al 6 Settembre: sabato 17 – 19; domenica 10,30-13 e 17-19;

feriali, su richiesta presso l'Ufficio Informazioni

Turistiche

INGRESSO: libero

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:

Ufficio Informazioni Turistiche del Comune di Corciano, tel. 075 5188255 – 256 – 260

info@promozionecorciano.it www.comune.corciano.pg.it

Associazione Turistica Pro Corciano, tel. 075 6979109

info@prolococorciano.it

UFFICIO STAMPA: Patrizia Cavalletti Comunicazione

Tel. 075 5990443 Cell.348 3386855 patcav@tin.it

martedì 28 luglio 2009

Premio Ermete Novelli - 5 settembre 2009 - Rocca di Bertinoro (FC)


PREMIO ERMETE NOVELLI
riconoscimento al valore artistico in memoria di Ermete Novelli
5 Settembre 2009 – ROCCA DI BERTINORO

Giunto alla sua quinta edizione, il 5 settembre 2009 si terrà alle ore 17.00 il Premio Ermete Novelli, riconoscimento biennale, conferito alla personalità dello spettacolo che per repertorio e temperamento artistico abbia eguagliato il successo di Novelli, grande uomo di teatro. Per il significativo contributo culturale il Premio, istituito dall'Associazione Ermete Novelli in collaborazione con il Comune di Bertinoro e l'Accademia dei Benigni e con il patrocinio della Provincia di Forlì-Cesena e della Regione Emilia-Romagna, rientra inoltre a pieno titolo nel ricco programma della "Festa dell'Ospitalità", manifestazione che sottolinea l'amicizia e la fratellanza dei popoli, valori cari a Bertinoro (FC), splendido borgo medioevale rinomato per l'intensa attività culturale nonché per le specialità enogastronomiche.

Nel corso delle passate edizioni, il Premio Ermete Novelli ha visto tra i vincitori nomi illustri dello spettacolo come Mario Scaccia, Roberto Herlitzka, Franca Nuti, Arnaldo Foà, un riconoscimento speciale è stato assegnato anche a Moni Ovadia.
Per l'edizione 2009, in merito alla rinomata capacità artistica e secondo il concorde giudizio del comitato organizzativo, composto da Paolo Emilio Persiani, Leonardo Bragaglia, Mario Scaccia e Arnaldo Foà, sarà Franca Valeri a ricevere il Premio Ermete Novelli.

Alla cerimonia di conferimento della statua bronzea di Sandro Pagliuchi, a cui presenzieranno anche il regista Edoardo Sala e Eleonora Ferraguti, diretta discendente di Novelli, seguirà la presentazione del libro "Interpretando la mia vita. Il mio teatro, i miei personaggi, la mia storia" di Mario Scaccia.
L'istrionico attore di recente premiato dalla CINES per l'interpretazione del film "La Mandragola", prossimo protagonista di uno speciale RAI, nonché del film "Maschere Romane" in uscita in autunno, racconterà, prendendo spunto dal libro, episodi della sua lunga carriera, opere portate in scena, ruoli interpretati e personalità conosciute sul palcoscenico.

Il Premio Ermete Novelli è un'iniziativa di alto valore che permetterà al pubblico di apprezzare non solo il talento di importanti personaggi della scena contemporanea italiana, ma di conoscere meglio il ricco patrimonio del "teatro parlato". Il Premio sarà anche l'occasione per godere appieno della calda accoglienza di Bertinoro, da sempre attenta alla cura dell'ospitalità anche attraverso una ricca proposta artistico e culturale.


Associazione Ermete Novelli
piazza Ermete Novelli 3
47032 Bertinoro (FC)
Tel 0543/1995477 Fax 0543/1990223

Ufficio Stampa
Culturalia di Norma Waltmann
Bologna - Vicolo Bolognetti 11
tel : +39-051-6569105 fax: +39-051-2914955 mob: +39-392-2527126


Mario Scaccia e Leonardo Bragaglia presentano le novità CINES e Persiani editore a "Anzio nel cinema" 2-4-6 agosto 2009 - Anzio (RM)


"INTERPRETANDO LA MIA VITA" E "CARLO LUDOVICO BRAGAGLIA"
a "Anzio nel cinema" 2-4-6 agosto 2009
Mario Scaccia e Leonardo Bragaglia presentano le novità
CINES E PERSIANI EDITORE

maggiori informazioni e immagini su http://www.culturaliart.com
La Terza edizione di "Anzio nel Cinema", l'importante rassegna che si terrà dal 2 all' 8 agosto,dedicata alla cinematografia realizzata nella città romana e inserita nel ricco cartellone "Anzioestateblu 2009", darà l'occasione di conoscere gli ultimi film della storica casa di produzione italiana CINES, interpretati da Mario Scaccia, che presenterà inoltre la propria autobiografia; infine verrà presentato l'inedito volume che rende omaggio all'autore e regista Carlo Ludovico Bragaglia, curata dal nipote ed ultimo erede dalla famiglia, Leonardo Bragaglia.
La presentazione dei volumi pubblicati da Persiani Editore ("Interpretando la mia vita. Il mio teatro, i miei personaggi, la mia storia" "Carlo Ludovico Bragaglia. I suoi fratelli, i suoi film, la sua vita" ,"Rodolfo Valentino. L'attore, il divo, il sex symbol"), si svolgerà dal 2 al 6 agosto nella magnifica cornice del Parco Archeologico della Villa Imperiale di Anzio.

Domenica 2 agosto, dopo la cerimonia di inaugurazione tenuta del Sindaco di Anzio Luciano Bruschini, dall'Assessore alle Politiche culturali, turistiche e sportive, Umberto Succi, e dal Presidente Pro Loco Porto d'Anzio, Patrizio Colantuono, Mario Scaccia, vincitore del primo Premio CINES, presenterà in anteprima alle ore 21.00 "Interpretando al mia vita. Il mio teatro, i miei personaggi, la mia storia". Il grande attore racconterà, partendo dal volume, la sua lunga carriera tra racconti di scena, ruoli interpretati e personaggi conosciuti sul palcoscenico. Alla presentazione interverranno Paolo Emilio Persiani, Leonardo Bragaglia, Edoardo Sala e Maurizio Pouchain, presidente onorario delle CINES. A testimoniare il grande contributo della Cines alla cinematografia italiana, verranno presentati parti degli ultimi film prodotti, "La Mandragola" e "Maschere Romane", interpretati da Scaccia, protagonista anche di "Ursus", di Carlo Campogalliani, proiettato alle ore 22.30.

Leonardo Bragaglia, l'ultimo discendente della famiglia che più di ogni altra ha donato un importantissimo contributo al mondo dell'arte e allo spettacolo italiano, presenterà, martedì 4 agosto alle ore 20.30 "Carlo Ludovico Bragaglia. I suoi fratelli, i suoi film, la sua vita". Il libro è un tributo di Leonardo allo zio, prolifico regista con più di settanta film realizzati, tutte opere cinematografiche di enorme successo, come quelli dei "telefoni bianchi" interpretati da Totò, Anna Magnani, De Sica e molti altri attori di chiara fama internazionale. In onore di Carlo Ludovico, inoltre, alle ore 21.30 verrà proiettato il film "Totò le Mokò" del 1949, in gran parte girato all'interno dello splendido Paradiso sul mare di Anzio.
La serie di appuntamenti dedicati alla Persiani Editore e alla CINES si concluderà con la presentazione di "Rodolfo Valentino. L'attore, il divo, il sex symbol". Giovedì 6 agosto Leonardo Bragaglia, leggendo le poesie scritte da Rudy, racconterà la personalità ed il talento artistico di quello che fu considerato "l'uomo più bello del mondo". Alle ore 22.00 seguirà la proiezione del film "Bellezze sulla spiaggia" di Romolo Guerrieri.

SCHEDA INFORMATIVA LIBRI

• Autore: Mario Scaccia
• Titolo: Interpretando la mia vita. Il mio teatro, i miei personaggi, la mia storia
• Collana: Teatro
• ISBN: 978-88-96013-03-8
• Prezzo: € 14,90
• Pag: 144
• Uscita: aprile 2009

• Autore: Leonardo Bragaglia
• Titolo: Carlo Ludovico Bragaglia. I suoi film, i suoi fratelli, la sua vita
• Collana: Cinema
• ISBN: 978-88-902003-9-7
• Prezzo: € 11,90
• Pag: 93
• Uscita: ottobre 2009

• Autore: Leonardo Bragaglia
• Titolo: Rodolfo Valentino. L'attore, il divo, il sex symbol
• Collana: Cinema
• ISBN: 978–88–902003–3-5
• Prezzo: € 18
• Pag: 96
• Uscita: settembre 2008


PAOLO EMILIO PERSIANI EDITORE
Piazza San Martino 9c - 40126 Bologna
Tel : (+39) 051 9913920 Fax: (+39) 051 19901229
info@persianieditore.com - www.persianieditore.com

Ufficio stampa
CULTURALIA di Norma Waltmann

Vicolo Bolognetti 11 – 40125 Bologna
Tel : (+39) 051-6569105 Fax: (+39) 051-2914955 Mob: (+39) 392-2527126 info@culturaliart.com - www.culturaliart.com

sabato 25 luglio 2009

Woman in Art - arte delle donne

Negli spazi monumenali della Vallisa, chiesa chiusa al culto che si apre al sacro fuoco dell'arte


BARI. Visioni e intersezioni d'arte, travalicando il Mediterraneo partendo dalla terra di Federico II, stupor mundi. E' ritornato, per il quarto anno consecutivo Woman in Art 2009 a cura dell'associazione Federico II eventi di Bari inaugurato, giovedì 23 luglio, con le voci femminili del coro Stupor Mundi Chorus e le coreografie del Mediterraneo Opera Ballet e dellla Breathing Art.
Un ricco cartellone di appuntamenti in programma per la rassegna che dal 23 al 31 luglio vede in mostra per le arti visive (pittura, fotografia e installazioni), nei suggestivi spazi dell'auditorium Vallisa di Bari, le opere di Daniela Addante, Tiziana Schiavarelli, Tania e Marussia Kalimerovi (Bulgaria), Angela Regina, Francesca Curcetti, Gina Pignatelli, Ines Facchin, Rosa Masciopinto, Sandra Sesto (Croazia), Enatalem D.Zeleke ( Etiopia) mentre per la videoarte partecipano Denise Ania, Grazia Loiacono, Carmen Toscano. Un confronto tra donne, artiste provenienti non solo dall'Italia ma anche dalla Bulgaria, Croazia ed Etiopia, che diventa occasione di dialogo tra culture e attraversamento di tutti i linguaggi artistici, come in una grande arena che diventa terreno, non di scontro, ma di apertura e arricchimento reciproco perché è la cultura la vera ricchezza commentano l'art director Michele Loiacono e il console bulgaro Giacomo Olivieri. La rassegna spiega l'ideatore, Michele Loiacono, ha un preciso obiettivo: stupire. Meravigliare con lo sguardo delle donne che non hanno paura di accettare il confronto. Anzi sanno andare oltre. Oltre le apparenze e i pregiudizi, lasciando "trasmettere emozioni, facendo circolare l'arte… peculiare e insostituibile valore che può allargare e approfondire la nostra comprensione della verità".
E secondo quanto annunciato in conferenza stampa "nessun allestimento convenzionale. Anzi le opere sono parte integrante di una installazione all'interno della quale si alterneranno, come da programma, momenti di danza (con la Breathing art Company, che presenta " Madame" e il Mediteraneo Opera Ballet con "Ceci n'est pas un brass", lavoro ideato da Carmen Savino, con coreografie di Vito Iacobellis), teatro (con il gruppo Voci dalla Luna in scena con "Quello che le donne…dicono"), letteratura (con le scrittrici Barbara Congi, Ersilia Cacace, Enza Piccolo e le poetesse Elisa Robino e Snjeska Soucek)."
Dalla pittura alla fotografia, dalle installazioni alla multimedialità passando per il teatro, la musica (le voci femminili dello Stupor Mundi Chorus) e la danza per una lettura del territorio che diventa sentire e agire comune, attraversamento di generi e culture.
Nove giorni, dunque, nel segno delle percezioni e visioni al femminile, anche sul piano della cinematografia, con una chicca che viene direttamente dalla Selezione Ufficiale del Roma Film Festival 2008 e dal National Puppeteers Festival 2009 di Atlanta: "Non fù così che andò gERTRUDE". Titolo di una inedita versione dell'Amleto di William Shakespeare per la regia di Rachel Bryceson Griffiths (Philip Farah produzioni cinematografiche). Da non perdere, infine, due lavori, prodotti dalla Interlinea Film di Maurizio Antonini, il documentario "Dacia Maraini. Una Voce" di Roberto Salinas e il video "Wanted in Rome" di Rossella De Venuto.
(an.fu.)



PROGRAMMA

23 Luglio ore 21,00 apertura Women In…Art saranno presenti il Console della repubblica di Bulgaria Dott. Giacomo Olivieri, il Console della Repubblica di Croazia Dott.ssa Rosa alò, in esposizione installazioni, videoArte, pittura, fotografia, seguiranno performance di danza a cura del Mediterraneo Opera Ballet diretto da Carmen Savino, ancora danza con la Breathing Art e concerto del coro Stupor Mundi Chorus.
In esposizione installazioni, opere pittoriche e fotografie di: Daniela Addante, Tiziana Schiavarelli, Tania e Marussia Kalimerovi (Bulgaria), Angela Regina, Francesca Curcetti, Gina Pignatelli, Ines Facchin, Rosa Masciopinto, Sandra Sesto (Croazia), Enatalem D.Zeleke ( Etipoia). VideoArte di : Denise Ania, Grazia Loiacono, Carmen Toscano.

24 Luglio ore 21,00 Danza. La Breathing art Company presenta " MADAME" un viaggio coreografico ispirato ai romanzi di Flaubert "L'educazione sentimentale" e "Madame Bovary".
26 Luglio ore 21,00 Lettratura: presentazione di Clara Ciannamea "Lungo il sentiero delle carogna (oltre si estende la selva)" Wip Editore,
Presentazione di Barbara Congi "Anch'io ho un'anima" Wip Editore.
27 luglio ore 21,00 Poesia: Serata dedicata alla poesia Pugliese e Croata con l'autrice Elisa Robino e Snjeska Soucek.
28 Luglio ore 21,00 Letteratura: Presentazione di Ersilia Cacace "Il peso sottile dell'amore" Enrico Folci editore.
Presentazione di Enza Piccolo " Con Lydia" Il Raggio Verde editore.
29 Luglio ore 21,00 Teatro: Il gruppo Voci dalla Luna presenta; per raccontare quel mistero senza fine che chiamiamo DONNA…"QUELLO CHE LE DONNE...DICONO."Di Barbara De Palma con Anna De Palma, Barbara De Palma, Letizia La martire.
Ispirazioni e suggestioni: Patrizia Cavalli, Alda Merini, Clarissa Pinkola Estés. Lella Costa.
30 luglio ore 21,00 Danza e proiezioni di corto e mediometraggi: Danza con il Il mediterraneo Opera Ballet presenterà il pezzo; "CECI N'EST PAS UN BRASS" ideazione ed elaborazione di Carmen Savino, coreografie di Vito Iacobellis.
Presentazione e proiezione di " Non fù così che andò gERTRUDE" per la regia di Rachel Bryceson Griffiths, prodotto da Philip Farah produzioni cinematografiche
Proiezioni di intervista documentario con Dacia Maraini " Una Voce" regia di Roberto Salinas, di Rossella De Venuto " Wanted in Rome", produzione Interlinea Film .

Women in Art 2009 - quarta edizione
Bari, Vallisa, piazza del Ferrarese
dal 23 al 31 luglio 2009
ingresso libero.
Orario: dalle 19,30 alle 24.00
www.federicoiieventi.it
Facebook: federicoiieventi.federicoiieve

venerdì 24 luglio 2009

"A l'infinito m'ergo"

CASTEL SANT’ANGELO ROMA
NOTTI ANIMATE
SALA DELLE MACINE
LA SIGNORIA VOSTRA E’ INVITATA ALL’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA
"A L’INFINITO M’ERGO"
ROBERTA PUGNO ORAZIO CORDISCHI MARIA RITA DE GIORGIO
Presentazione critica di Gianni Nappa
mercoledì 12 agosto alle ore 21.30
La mostra rimarrà aperta dal 10 al 30 agosto 2009

Il titolo della mostra “A l’infinito m’ergo”, una intensa frase di Giordano Bruno, è il filo conduttore della triplice personale che si snoda nelle sei affascinanti sale di Castel Sant’Angelo.


Un percorso di opere diverse per motivazione e per dato costruttivo, con tre artisti impegnati da anni nella ricerca della bellezza, con accenti e interpretazioni diversi, ma con l’unico traguardo della purezza, con il bisogno comune di sondare e ricercare le ragioni del fare arte.
Nel percorso sono disposte le opere di Roberta Pugno, da anni impegnata ad interpretare una ricerca non solo formale, che con sapiente uso delle materie affronta con essenzialità; fatta di forme primarie, dove si colgono le aspirazioni più profonde e interiori, una costante attenzione alla pulizia ed al significato, come rimando chiaro a concetti antichi, che sappiano essere nuovo stimolo dei destini del mondo.
Una pervicace scelta di personaggi e concetti che in linea con la profonda convinzione dell’artista di combattere i pensieri dogmatici che nella storia hanno chiuso le speranze di quanti aspiravano ed aspirano ad un lettura libera e pura, scevra da imposizioni culturali e di fede, e come evidenziato in tante sue opere e nelle mostre realizzate, la sua coerenza e la forza verso la ricerca della bellezza intonsa, primaria, ancora non intaccata dalle brutture del sistema.
Un dato introspettivo forte e una offerta di linee e segni puri, la sua figurazione è forte, materica e non convenzionale, dove soprattutto nelle tecniche miste raggiunge livelli interessanti di espressione e forza della rappresentazione, le sue figure sono un ricordo, una pulsione profonda, una lotta perenne tra il sogno e il reale, dove preservare il sottile lembo di primaria immaginazione è l’imperativo del suo percorso.
Nel percorso nelle sale delle macine di Castel Sant’Angelo trovano posto le opere di Orazio Cordischi, solari, mediterranee, ariose, rivolte con lo sguardo all’orizzonte di un mare infinito, calmo, rilassante. Colori primari e di impatto per riportare dal dato fotografico piatto ed inanimato, un pugno di vitale vigore, una nuova pulsione di vita che sappia arrivare oltre le tele.
Opere espressioniste che partendo dal dato figurativo delle figure femminili, abbraccia il sapore delle contrapposizioni in natura e lo fa con due colori, rileggendo in chiave Pop un dato interiore, un dualismo che oltre ad essere spinta di crescita nel confronto, sappia anche essere innovazione di linguaggio, non rilassato sulle sponde di una pittura del saper fare senza slanci.
Cordischi da anni sonda la pittura e la creatività pura, come sua cifra identicativa, sempre con freschezza di colori e vivace senso di follia, dove forme e colori siano un poetico viaggio verso la calma interiore e sappiano essere interpreti di una crescita artistica.
Le sue sedie si stagliano come simboli di un bisogno primario di comunicazione, e l’interagire con l’ambiente diventi linguaggio condiviso e collettivo, che non sia chiuso solo dalle ragioni del mercato, anzi siano interpreti di una esigenza di purezza e stile.
Tanti percorsi per Cordischi, che giunge all’essenza di tratti veloci ed istintivi, dove la materia sia il vigore, sia il movimento interiore all’opera, creando un dato materiale di bidimensionalità come dualità tra corpo e anima, tra la rappresentazione e il suo significato.
Nelle ultime due sale ci troviamo immersi nel tempo, nel suo meccanico affermarsi senza fine, con i suo tempi, nei tempi e per un nuovo tempo. Maria Rita De Giorgio coglie dagli elementi di riuso, poveri, senza storia, la nuova linfa di vita, l’artista crea e ricrea, offre un suo personale sguardo alla globalizzazione, all’interagire dei popoli e delle culture.
Totem e macchine del tempo sono parte di un sogno mai finito, di uno sguardo incantato alla natura ed ai suoi popoli, al bisogno di una nuova stagione del sentire che sappia cogliere a tempo il bisogno di purezza, di amore e sappia allo stesso tempo essere indicativa di una saggezza del fare, di un sentimento forte di adesione alla libertà, alle libertà, ed anche allo sguardo collettivo dei fruitori, siano essi anche per la prima volta dinanzi alle opere di Maria Rita De Giorgio si troverebbero come nuovi germogli del sapere, come bimbi, puri e con stupore.
Sei sale, tre artisti. Un percorso.
La purezza e la bellezza sono la nostra natura, tocca a noi saper salvaguardare dagli attacchi di una società occludente e bigotta.
Sondare, indagare, interpretare in un moto continuo l’interiore profondo che ci muove verso scoperte inimmaginabili, “a l’infinito m’ergo”.


Gianni Nappa
Napoli 22/07/2009

martedì 21 luglio 2009

Fotografia. Palazzo della Ragione: Mostra “Camera Work”

FOTOGRAFIA. AL PALAZZO DELLA RAGIONE LA MOSTRA "CAMERA WORK"

Milano, 21 luglio 2009 – A Palazzo della Ragione saranno esposti per la prima volta al pubblico 50 fascicoli di "Camera Work", la più famosa rivista fotografica statunitense. "Camera Work l'opera fotografica di Stieglitz, Steichen e Strand tra Europa e America", questo il titolo dell'esposizione promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune assieme ad Alinari 24ORE, sarà aperta da domani, mercoledì 22 luglio, fino al 13 settembre.

"In linea con il programma 'Milano mondo', l'esposizione instaura un ponte tra la cultura europea e quella americana – ha detto l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory che di recente ha siglato, in rappresentanza del Comune, un accordo con la città di Chicago per promuovere reciproche sinergie culturali.

"Attraverso le pagine della rivista Camera Work – ha aggiunto – siamo condotti alla riscoperta della fotografia come un genere culturale con una sua propria dignità, la cui bellezza risiede nell'emozione, non tanto nella tecnica".

A cura di Pamela Roberts, già curatrice della Royal Photographic Society di Bath, la mostra consente al visitatore un approfondito esame delle singole personalità che vennero invitate a pubblicare le loro opere sulla rivista. I 50 fascicoli originali in esposizione provengono da una collezione privata conservata nelle raccolte Museali della Fratelli Alinari.

Di tutte le riviste pubblicate tra la fine dell'Ottocento e i primi due decenni del Novecento, Camera Work emerge per i contenuti e gli argomenti trattati, ma soprattutto per la raffinata ed esclusiva cura editoriale (ogni singolo fascicolo è numerato da 1 a 1000 e riservato solo ai sottoscrittori).
Fondata dal fotografo Alfred Stieglitz nel gennaio del 1903, fu pubblicata fino al mese di giugno del 1917 per un totale di 50 fascicoli all'interno dei quali sono raccolte 544 tavole illustrate.
Ogni fascicolo contiene tavole, riprodotte con varie tecniche, per la maggior parte photogravure, realizzate dai maggiori esponenti della cultura fotografica dell'epoca, come Steichen, Stieglitz, Demachy, Käsebier, Langdon Coburn, Puyo, ma anche da autori appartenenti a generazioni precedenti come Margaret Cameron, David Octavius Hill. A queste si affiancano le riproduzioni in photogravure dei disegni di grandi maestri dell'arte contemporanea, come Picasso, Rodin e Matisse, che completano il panorama della cultura figurativa del primo Novecento.

Nata dalla volontà di Stieglitz di creare uno strumento propulsore a favore della fotografia artistica, Camera Work si offre come spazio per il dibattito e la sperimentazione delle avanguardie figurative tra America e Europa. Attraverso le pagine della rivista si colgono i fermenti che segnarono il passaggio dell'arte dai valori tradizionali ottocenteschi all'esplorazione di nuove forme espressive ricercate dalla cultura del Novecento.

Negli spazi della mostra è stata allestita una sala proiezioni per la visione delle 500 e più immagini contenute nell'opera.


Per informazioni: tel. 055 2395252

Ufficio Stampa Alinari 24ORE – Rosa Manno 055 2395207 – rosa@alinari.it

La SCUOLA ROMANA DEI FUMETTI presenta Serata d'Autore: SATIRA! Mercoledì 22 luglio ore 21,30 a Roma, giardini di Castel S. Angelo

LA SCUOLA ROMANA DEI FUMETTI

presenta

SERATA D’AUTORE:
SATIRA!
MERCOLEDÌ 22 LUGLIO - ORE 21.30

Presso
“Letture d’Estate lungo il Fiume e tra gli Alberi”
Giardini di Castel Sant’Angelo
www.invitoallalettura.org

Tornano gli appuntamenti con la Scuola Romana dei Fumetti a “Letture d’Estate lungo il Fiume e tra gli Alberi”, la prossima serata è dedicata alla satira a fumetti e prevede un incontro con autori che affidano il proprio messaggio di critica sociale, politica e di costume alle vignette satiriche, diramandole attraverso varie forme di comunicazione: quotidiani, internet, volumi, autoproduzioni e telefonia mobile.
In questa occasione gli autori DARIO DI SIMONE, MAURO FELICI RIDOLFI e ALESSIO SPATARO saranno presenti per un incontro con il pubblico alle 21,30 di mercoledì 22 luglio e avranno la possibilità di esprimersi e di confrontarsi con il pubblico. Allo stand della Scuola Romana dei Fumetti saranno disponibili i volumi degli autori, forniti da Comics Boulevard.

GLI AUTORI:

Dario Di Simone:
in arte Darix, classe 1973, ex allievo della Scuola Romana dei Fumetti, si divide tra famiglia, “lavoro” e satira, è da poco uscita la sua prima raccolta di vignette sulla recente storia politica italiana intitolata: “Houston… siamo nella merda!”, con la prefazione di Massimo Caviglia. Trovate i suoi sfoghi su: www.satirix.splinder.com

Mauro Felici Ridolfi:
disegnatore e grafico. Ex allievo della Scuola Romana dei Fumetti, vignettista satirico con lo pseudonimo di Ferim, ha collaborato con i periodici di satira “Cuore”, “Veleno”, diretto da Alessio Di Mauro, e con “BipSatira”, il primo quotidiano di satira su telefonia mobile, diretto da Massimo Caviglia.

Alessio Spataro:
è uno dei protagonisti della scena satirica italiana, esordisce su “Cuore”, “Frigidaire” e “Liberazione” e pubblica su “Internazionale”, “Carta” e “Il Manifesto”. Vignettista satirico e autore di graphic novel con “Non più Estate” e “Dark Country”, ha pubblicato le raccolte “Cribbio”, “Bertinotte”, “Papa Nazingher” e il recente volume “Zona del Silenzio”, sul caso Aldrovandi.

Scuola Romana dei Fumetti
Via Flaminia, 29 (Roma)
Tel. 06.32.14.609

La casa appesa al cuore

CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

Shared via AddThis

lunedì 20 luglio 2009

Mostra “Camera Work”

CULTURA. DOMANI LA PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA "CAMERA WORK"

Milano, 20 luglio 2009 – Domani, martedì 21 luglio, alle ore 11.30, presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale, l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory interverrà alla presentazione della mostra "Camera Work l'opera fotografica di Stieglitz, Steichen e Strand tra Europa e America", aperta dal 22 luglio al 13 settembre al Palazzo della Ragione.

Partecipano:
Claudio de Polo Saibanti, Presidente Alinari 24ORE
Pamela Roberts, curatrice della mostra



Ufficio Stampa mostra:
Rosa Manno 055 2395207 – rosa@alinari.it


--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

sabato 18 luglio 2009

Mostra collettiva PERCORSI. Galleria Tracce Lecce

Si apre il giorno 20 luglio alle ore 20.00 fino al 15 agosto 2009 la collettiva "PERCORSI" c/o la Galleria Tracce Arte Contemporanea gestita dagli artisti Fernando Perrone e Vittorio Tapparini.

La Galleria Tracce si propone come punto di incontro e di aggregazione tra artisti salentini e artisti nazionali.

Da molti anni si è cercato di coinvolgere la Città con iniziative dedicate all'arte contemporanea ma pochi sono stati i riscontri e i risultati ottenuti fino ad ora.

Oggi grazie alla disponibilità dell'Amministrazione Comunale e della Galleria Tracce Arte Contemporanea si è creta una vera e propria sinergia tra la Città di Lecce e le manifestazioni che la Galleria organizza e presenta.

Questo infatti era uno dei principali impegni ed obiettivi che gli artisti Vittorio Tapparini e Fernando Perrone si erano preposti inaugurando il 30 giugno scorso il nuovo spazio ospitando la mostra "Tracce: artigianato tra arte e design".

Nella collettiva che sarà presentata il 20 Luglio si potranno ammirare opere di Ugo Tapparini, Tonino Caputo, Ezechiele Leandro, Vittorio Tapparini, Fernando Perrone, Marina Martucci, Bruno Barillari, Monica Righi, Ornella Durini, Marco Scianna.

La mostra proseguirà fino al 15.08.2009 con i seguenti orari:

9.00-13.00/18.00-22.00

Galleria Tracce Arte Contemporanea

Corte dei Romiti n° 8 – ang. Via Palmieri, LECCE

info@galleriatracce.com

tel - 0832306059

venerdì 17 luglio 2009

Mostra Patricia Cronin: Battaglia al castello di civitella ranieri



Civitella Ranieri Gallery

Opening

battaglia al castello di civitella ranieri


New photographs and sculptures by New York artist Patricia Cronin



22 luglio 2009

18.00 – 20.00

Nel corso del suo progetto sulla futilità del conflitto umano, Patricia Cronin ha realizzato oltre quaranta modellini ricavati da lamine di betulla e li ha piazzati all'interno e all'esterno del castello di Civitella Ranieri così da creare forme di narrativa multipla sulle tematiche del conflitto, l'aggressione, la vittimizzazione e la riconciliazione finale. L'ispirazione di questo progetto è deducibile nell'arte italiana del tardo Medioevo e del primo Rinascimento; il castello di Civitella Ranieri risalente al XV secolo e il paesaggio dell'Umbria svolgono un ruolo focale nella storia senza tempo di esseri umani avvezzi alla brutalità. La narrazione viene corredata da venti immagini che accompagnano i modellini.

L'opera di Patricia Cronin fatta di quadri, sculture e installazioni è stata oggetto di numerose mostre negli Stati Uniti e in Europa tra cui personali al Brooklyn Museum; presso Deitch Projects and Brent Sikkema a New York; UB Art Gallery, University of Buffalo a New York e la Galleria dell'Accademia Americana di Roma. Tra le mostre collettive spiccano quelle al Neuberger Museum di Purchase, NY; Aldrich Museum di Ridgefield; alla Galleria d'Arte dell'Università di Yale, New Haven; da David Zwirner, New York; alla Galleria di Arte Moderna di Glasgow; al museo COBRA di Amsterdam; alla Galleria Alessandra Bonomo a Roma; al MACRO di Roma; e presso Biagiotti Progetto Arte a Firenze.

La sua mostra personale "Harriet Hosmer: Lost and Found" è ora in corso al Brooklyn Museum e si concluderà il prossimo 24 gennaio. Su questo tema la casa editrice Charta di Milano ha appena pubblicato il suo libro Harriet Hosmer: Lost and Found, A Catalogue Raisonné.

Patricia Cronin è stata insignita di numerosi premi e borse tra cui spiccano: il Rome Prize dell'Accademia Americana di Roma; il Louis Comfort Tiffany Foundation Award; il New York Foundation for the Arts Artist Grant; il Grand Arts Artist Grant; la Deutsche Bank Fellowship, il Pollock-Krasner Foundation Grant; e la Civitella Ranieri Foundation Fellowship.

Critiche al suo lavoro sono state pubblicate su autorevoli giornali e riviste come il New York Times, New Yorker, Artforum, Art in America, and Art News.

Patricia Cronin è Professore di Arte al Brooklyn College of The City University of New York. Vive e lavora a New York.

www.patriciacronin.net

Titolo:

"battaglia al castello di civitella ranieri"

Luogo:

Civitella Ranieri Center

Località Civitella Ranieri

Umbertide PG

06019

Data:

22 Luglio 2009

Orari:

18.00 – 20.00 opening reception

19.00 considerazioni da parte dell'artista

Prezzo:

ingresso libero

la mostra è visitabile su appuntamento fino al 28 luglio 2009

Finanziata e organizzata da Civitella Ranieri Center

Curatrice Briana Keating

per informazioni scrivere a:

diego@civitella.org

o telefonare a:

Diego Mencaroni +39.348.248.6663

Civitella Ranieri Center +39.075.941.7612

Web:

http://www.civitella.org

Mappa

http://maps.google.it/maps?client=firefox-a&hl=it&q=civitella+ranieri&ie=UTF8&layer=x&ll=43.310596,12.358675&spn=0.046091,0.077248&z=14


giovedì 16 luglio 2009

Mostra Massimo Kaufmann: Cecità

MASSIMO KAUFMANN

LA MOSTRA INAUGURERA'

VENERDI 18 SETTEMBRE 2008

Apertura speciale nell'ambito dell'iniziativa START-Milano

Venerdì 18 dalle h. 18 alle 22 -

Sabato 19 dalle h. 11 alle 21

Domenica 20 dalle h. 11 alle 19


e rimarrà aperta fino all 7 novembre
da martedì a sabato, dalle 14.00 alle 19.00

COMUNICATO STAMPA

La galleria 1000eventi ha il piacere di annunciare l'inaugurazione della mostra personale di
Massimo Kaufmann: Cecità
Dopo la mostra personale del 2003, la galleria 1000eventi è lieta di presentare una nuova serie di lavori realizzati da Massimo Kaufmann.
A seguito di un lungo soggiorno a New York la ricerca dell'artista si è focalizzata sulla sovraesposizione cui siamo quotidianamente esposti ad un flusso ininterrotto di immagini e sulla conseguente perdita, da parte nostra, della capacità di percepire e comprendere la realtà che ci circonda.
Vengono qui proposte tele di grandi dimensioni, composte in gruppi di due, tre o cinque pannelli in cui, contrariamente ai lavori realizzati in precedenza, caratterizzati da un forte cromatismo, il colore é praticamente assente. La tecnica pittorica scelta dall'artista per la realizzazione di questa nuova serie di lavori è quella della punteggiatura, ispirata all'alfabeto Braille utilizzato dalle persone non vedenti.
L'artista richiede al "vedente", in questo caso, uno sforzo maggiore rispetto ai suoi quadri colorati: il linguaggio di queste opere non è gridato ma sussurrato, e appare quasi schermato da una serie infinita di velature trasparenti che invitano ad una lettura tattile.
Una cura particolare è stata riservata alla scelta dei pigmenti che sono stati acquistati negli anni durante viaggi che l'artista ha compiuto in Nord Europa e in Africa: sono materiali rari e preziosi che appartengono alla tradizione della pittura fiamminga e rinascimentale. Sta quindi allo spettatore il compito di interpretare intimamente e appropriarsi del "codice artistico" e dei nuovi canoni estetici proposti da Kaufmann.


La mostra inaugurerà venerdì 18 settembre 2008
Apertura speciale nell'ambito dell'iniziativa START-Milano Venerdì 18 dalle h. 18 alle 22 - Sabato 19 dalle h. 11 alle 21 - Domenica 20 dalle h. 11 alle 19 -
e rimarrà aperta fino all 7 novembre
da martedì a sabato, dalle 14.00 alle 19.00


Massimo Kaufmann nasce a Milano nel 1963.Vive e lavora a Milano.
Principali mostre personali: Mostre personali:2007 Il Frantoio, CapalbioBubbles, Galleria In Arco, Torino 2006 24h Galleria Astuni, Pietrasanta(LU)2004 Apriti cielo Galleria Astuni, Pietrasanta (LU)Galleria 1000eventi, Milano 2003 Galleria In Arco, Torino (con Stefano Arienti) 2000 Cella#7, Spazio Manzoni, Monza (MI)1999 Cella#7, Viafarini, MilanoGalleria Biagiotti, Firenze 1998 Prossimità e distanza, Galleria Franca Mancini, Pesaro (con Serse), Luigi CarboniCella osservatorio di stella, Museo Su Logu De S'Iscultura, Tortolì (NU). 1997 Rime sparse, Studio Guenzani, MilanoI Capricci, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea, Nizza1996 Galleria Franca Mancini, Pesaro1994 Sempre più difficile, Galleria In Arco, Torino Sperone Westwater Gallery, New York1993 Galleria Sperone, Roma1992 Persuadere e prevedere, Studio Guenzani, MilanoMala Galerija, Moderna Galerija, Ljubljana Nostro Padre, Chiesa di Santa Maria di Grotta Pinta, Roma Documentario, Galleria In Arco, Torino (con Marco Cingolani)1991 Galerie Faust, Ginevra 1990 Ubi Consistam, Studio Guenzani, Milano StudioScalise, Napoli.
Mostre collettive recenti:2008 Gold. Zero Carati, Superstudio Più, MilanoBateauIvre.L'ebbrezza dell'arte contemporanea, Cantina Icario, Montepulciano2007 Happy BirthdayCareof, C/O, Careof, MilanoPunto, Spazio Guicciardini, MilanoPointingPainting, Spazioa Contemporanearte, PistoiaArcani maggiori , Galleria In Arco, Torino2006 Il Marmo e la Celluloide, LaVersiliana, Marina di Pietrasanta (LU)Senza famiglia !, Palazzo della Promotrice delle Belle Arti, Torino 2005 Altri fantasmi, Gas Art Gallery e Ermanno Tedeschi Gallery,TorinoAp-punto – Triennale, Palazzo delle Arti, MilanoPadiglione Italia – Out if the Biennale, Trevi Flash Art Museum, Trevi (PG)2004 BKP Galleria Astuni, Fano (PU)
-----------------------------------------

PRESS RELEASE


Galleria 1000eventi is pleased to announce the opening of the solo show by
Massimo Kaufmann: Cecità / Blindness
After the solo show in 2003, Galleria 1000eventi is proud to present a new series of works by Massimo Kaufmann.
After a long stay in New York, the artist's research has focused on our everyday over-exposure to a constant flow of images, and the resulting loss of our capacity to perceive and comprehend the reality that surrounds us.
The show features large canvases, in groups of two, three or five panels, in which color is practically absent, unlike Kaufmann's works in the past, which were characterized by forceful chromatic effects. The technique chosen by the artist for this new series is that of pointillism, based on the Braille alphabet used by non-sighted persons.
Kaufmann asks the "sighted", in this case, to make a greater effort than in the viewing of his colored paintings: the language of these works does not shout, but whispers, and seems almost to be screened by an infinite series of transparent veils that suggest a tactile interpretation.
Particular care has gone into the choice of the pigments, purchased over the years during voyages made by the artist in Northern Europe and Africa: rare, precious materials that belong to the tradition of Flemish and Renaissance painting. The viewer has the task of intimate interpretation, of cracking the "artistic code" and taking possession of the new aesthetic canons proposed by Kaufmann.


Opening September 18th 2008
Special opening during START-Milano Friday 18 from h. 18 to 22 - Sarurday 19 from h. 11 to 21 - Sunday 20 from h. 11 to 19 -
and will close November 7
From monday to saturday from h. 14.00 to h. 19.00


Massimo Kaufmann born in Milan in 1963.Lives and works in Milan.

Solo shows: 2007 Il Frantoio, CapalbioBubbles, Galleria In Arco, Torino 2006 24h Galleria Astuni, Pietrasanta(LU)2004 Apriti cielo Galleria Astuni, Pietrasanta (LU)Galleria 1000eventi, Milano 2003 Galleria In Arco, Torino (con Stefano Arienti) 2000 Cella#7, Spazio Manzoni, Monza (MI)1999 Cella#7, Viafarini, Milano Galleria Biagiotti, Firenze 1998 Prossimità e distanza, Galleria Franca Mancini, Pesaro (con Serse), Luigi CarboniCella osservatorio di stella, Museo Su Logu De S'Iscultura, Tortolì (NU). 1997 Rime sparse, Studio Guenzani, MilanoI Capricci, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea, Nizza1996 Galleria Franca Mancini, Pesaro1994 Sempre più difficile, Galleria In Arco, Torino Sperone Westwater Gallery, New York1993 Galleria Sperone, Roma1992 Persuadere e prevedere, Studio Guenzani, MilanoMala Galerija, Moderna Galerija, Ljubljana Nostro Padre, Chiesa di Santa Maria di Grotta Pinta, Roma Documentario, Galleria In Arco, Torino (con Marco Cingolani)1991 Galerie Faust, Ginevra 1990 Ubi Consistam, Studio Guenzani, Milano StudioScalise, Napoli.

Group Show:2008 Gold. Zero Carati, Superstudio Più, MilanoBateauIvre.L'ebbrezza dell'arte contemporanea, Cantina Icario, Montepulciano2007 Happy BirthdayCareof, C/O, Careof, MilanoPunto, Spazio Guicciardini, MilanoPointingPainting, Spazioa Contemporanearte, PistoiaArcani maggiori , Galleria In Arco, Torino2006 Il Marmo e la Celluloide, LaVersiliana, Marina di Pietrasanta (LU)Senza famiglia !, Palazzo della Promotrice delle Belle Arti, Torino 2005 Altri fantasmi, Gas Art Gallery e Ermanno Tedeschi Gallery,TorinoAp-punto – Triennale, Palazzo delle Arti, MilanoPadiglione Italia – Out if the Biennale, Trevi Flash Art Museum, Trevi (PG)2004 BKP Galleria Astuni, Fano (PU)



© 1000eventi - Via Porro Lambertenghi 3 T - P.I. 13297040159

Regalati un prezioso Gioiello

Fashion Vip Shop...

Regalati un prezioso Gioiello.....

www.fashionvipshop.com info@fashionvipmagazine.com

mercoledì 15 luglio 2009

M.A.C. 1° edizione

ARTE CONTEMPORANEA A LU (AL)
Domenica 13 settembre dalle 10 alle 20, con ingresso libero, vernissage ore 11, si svolge presso la sala La Nisolina di via Mameli 63, la 1° edizione della M.A.C. Mostra d' Arte Contemporanea, con le opere degli artisti: Pio Carlo Barola, Lucia Caprioglio, Albina Dealessi, Renato Luparia, Piergiorgio Panelli, Pietro Perrera, Nadia Presotto, Giovanni Saldì, Mario Surbone.

Questa 1° edizione, ideata da Nadia Presotto e Albina Dealessi, si avvale del patrocinio del Comune di Lu. L' intento è quello di valorizzare il territorio monferrino e le varie espresisoni artistiche.
Per informazioni tel. 338.3354590

lunedì 13 luglio 2009

Arsprima Summer eXtra Small

Summer eXtra Small

Presso Studio Artese

Corso Italia, 9 - Milano

Collettiva di pittura scultura e installazione

Ideata e curata da Cristina Gilda Artese

Inaugurazione giovedì 23 luglio 2009 dalle ore 18.30 alle ore 22.00

Fine mostra 30 settembre 2009

Orari: visite su appuntamento da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.00

mese di agosto chiusura estiva

Per informazioni: arsprima, Corso Italia n. 9,Milano, cell. 3318773108, tel. 02 58308360

www.arsprima.it www.tubegallery.it arsprima.press@gmail.com

___________________________________________________________________________

Ideata e prodotta da arsprima si inaugurerà giovedì 23 luglio a Milano presso lo studio Artese Corso Italia n 9, Summer eXtra Small esposizione di opere di piccolo formato nonché occasione per festeggiare il secondo compleanno dell'associazione per le arti contemporanee.

In mostra opere pittoriche, fotografiche, sculture e microinstallazioni.

La promozione dell'arte contemporanea svolta da arsprima dalla costituzione ad oggi ha significato:

- l'ideazione e produzione di mostre personali e collettive pubbliche in spazi sia consueti sia inusuali;

- una rassegna di videoarte nella Tube Gallery Piazzale Loreto a Milano (spazio temporaneo espositivo) che in sei mesi ha "messo in onda" il lavoro di ben quindici artisti liberamente visibile a tutti gli utenti della metro e dedicati al vivere urbano,

- una mostra di pittura sulle Mutazioni esposta a Francoforte con il sostegno di enti culturali pubblici italiani e tedeschi che ha fatto conoscere la giovane arte italiana al pubblico tedesco al di fuori del circuito fieristico e museale,

- l' istituzione di laboratori didattico creativi dedicati ai ragazzi tenuti insieme agli artisti di arsprima ed a curatori specializzati

- eventi con charity come patner Telethon

- la nascita di "Or not" rivista monografica di anomalie contemporanee.

Un lavoro di autentica promozione dell'arte in tutti i suoi aspetti che ha "totalizzato" oltre venticinque mostre di pittura, scultura ed installazioni tenute a Milano, Genova, Francoforte, ma anche in cittadine come Lecco, Meda e Fano.



Artisti arsprima presenti in mostra: Stefano Abbiati - Silvia Argiolas - Emanuela Bartolotti - Luca Beolchi - Pietro Broggini – Tamara Ferioli – Sarah Geraci - Alessandro Giordani - Barbara Giorgis – Daniele Giunta - Silvia Idili - Florencia Martinez – Giuliano Sale - Siva

New entry arsprima: Cristina Pancini

Guest Artists: Fabrizio Azzali – Mirko Baricchi – Arianna Carossa

Mostre. Pac: selezione di opere del British Council


MOSTRE. AL PAC UNA SELEZIONE DI OPERE DEL BRITISH COUNCIL

Milano, 13 luglio 2009 – Dipinti, sculture, fotografie e installazioni provenienti dalla collezione del British Council saranno in mostra da domani, martedì 14 luglio, al PAC (Padiglione d'Arte Contemporanea) di via Palestro. L'esposizione, a cura di Michael Craig-Marti, si intitola "Passports. In viaggio con l'arte", e rimarrà aperta al pubblico fino al 13 settembre.

"Milano si apre alle città estere in nome dell'arte – ha detto l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory presentando la mostra –. In questa prospettiva abbiamo instaurato con la città di Londra e il British Council un'importante collaborazione sull'arte contemporanea con autori come Lucian Freud, Anish Kapoor e Damien Hirst".

"In un viaggio di soli pochi mesi fa in Inghilterra – ha aggiunto – abbiamo convinto gli amici del British Council a portare la mostra a Milano, prima città in Occidente dopo l'esposizione alla Whitechapel di Londra. Con questa mostra segniamo il primo passo di una stretta sinergia con la capitale britannica, in vista di Expo 2015".

"Attraverso una selezione degli 8000 pezzi pregiati che compongono la collezione – ha spiegato Finazzer Flory – la mostra propone un'indagine non soltanto estetica del nostro recente passato, ma anche filosofica sui confini, le relazioni della globalizzazione".

L'assessore ha inoltre annunciato il crescente successo della mostra "Monet. Il tempo delle ninfee", aperta fino al 27 settembre a Palazzo Reale.
I dati dell'ultima settimana sugli afflussi alle mostre nelle più grandi città italiane, pongono Milano, con l'esposizione dedicata al celebre impressionista (5.367 visitatori), al secondo posto dopo Venezia e prima di Roma.

Prodotta dal Comune e dal British Council, la mostra "Passports" presenta un'accurata selezione di opere d'arte britannica del XX e XXI secolo acquistate dal British Council nei suoi 75 anni di attività.

Lucian Freud, Anish Kapoor, Damien Hirst. Questi alcuni dei principali artisti presenti nella mostra, il cui titolo "Passports" fa riferimento al viaggio compiuto dalle opere a partire dal loro acquisto. Un vero e proprio itinerario nell'arte attraverso i confini internazionali per far conoscere al pubblico il "passaporto" di ogni opera, costituito dall'insieme dei musei e delle gallerie che l'hanno ospitata nei decenni, nonché il prezzo pagato per ogni lavoro all'inizio del viaggio. La mostra costituisce dunque un'opportunità
unica per ammirare le prime opere dei grandi nomi dell'arte contemporanea
inglese.

L'esposizione sarà anche l'occasione per rilanciare anche a Milano il concorso internazionale per aspiranti curatori, "The Fifth Curator" ("Il Quinto Curatore"), promosso dal British Council. Il vincitore del concorso (che scadrà il 4 settembre 2009) avrà l'opportunità di accedere senza limiti alla collezione del British Council e di essere curatore di una nuova mostra tratta dalla Collezione stessa, prevista per l'aprile del 2010 alla prestigiosa
Whitechapel di Londra.


Orari
lunedì 14.30-19.30;
martedì, mercoledì, venerdì, sabato
e domenica 9.30-19.30;
giovedì 9.30-22.30
Il servizio di biglietteria termina un'ora prima della chiusura della mostra.

Per informazioni
02.76020400
www.comune.milano.it/pac
www.britishcouncil.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

domenica 12 luglio 2009

A Lodi da oggi al 19 luglio 2009, mostra sulla moda degli anni '80

GLAMOROUS ’80s



E’ la prima mostra Italiana interamente dedicata alla moda anni ‘80.
Quali le motivazioni?
Un azzardo? Un proclama sul decennio più rampante del 2° Millennio?
Un nuovo contest per richiamare visitatori o consumatori annoiati dal panorama attuale della moda?
Una mostra divulgativa?
Un divertente gioco?
Oppure ancora un’esposizione nostalgica?
Forse tutto questo ma anche un esperimento. Ricordare come eravamo a chi negli anni ‘80 era un adolescente o un giovane adulto e li aveva vissuti in pieno e raccontare alle nuove generazioni di un periodo così importante per la moda e il costume che hanno espresso e interpretato i grandi e velocissimi cambiamenti sociali che si sono succeduti in soli dieci anni.

L’esposizione illustrerà una rassegna di ciò che di più creativo e stimolante possa essere stato realizzato nella moda come lucido specchio dei tempi riflettendo vari e importanti cambiamenti e implicazioni nel mondo della società, dell’economia, della politica ma anche con la forza evocativa che ha sempre contraddistinto la moda ha nel far riaffiorare i ricordi della sfera personale e affettiva di tutti noi. Sia di coloro che hanno vissuto pienamente questo decennio, per spingerli con una sorta di “revival” a ritrovare e rivalutarne gli aspetti più positivi sia per cercare di “spiegarli” narrandoli mediante capi e, soprattutto, accessori “tangibili” e di forte impatto emozionale a coloro che in quegli anni non erano ancora nati ma che oggi li stanno riscoprendo, talvolta “annusandoli” con diffidenza, tal altra emulandoli inconsapevolmente.

Glamourous ’80, é un percorso espositivo dieci anni molto importanti perché proprio negli Ottanta iniziò il concetto moderno di creatore, di casa di moda, di marchio o griffe e di marca. Un itinerario nel decennio più controverso ma anche sperimentale nella storia della moda partendo dal mondo degli accessori d’abbigliamento, esponendoli fisicamente e volutamente senza infarcirli di immagini, foto o video al fine di fare emergere il loro potere evocativo più eloquente. La mostra é accompagnata da schede tecniche descrittive che realizzano numerose istantanee sul panorama della moda ma anche della musica, del costume e della società con una sorta di manifesto di quegli anni.

Un altro importante aspetto che affronterà la mostra sarà quello di illustrare quanto concretamente gli anni ’80 hanno attinto un po’ da tutte le epoche precedenti miscelando stili, fogge, modellerie e rielaborandole in maniera libera.

Infine, la mostra porrà l’interrogativo su quanti e quali aspetti ed influenze della moda e della musica anni ’80 stiano progressivamente ritornando sia nelle proposte dei designers, sia nell’orientamento dei consumatori, sia nel modo di abbigliarsi, truccarsi e acconciarsi della gioventù contemporanea.

La mostra é curata da Angela Eupani, consulente stile per la ricerca Vintage ed esperta di borse e accessori d'epoca, con il patrocinio dell'Associazione Culturale Italiana "Ricercatori Moda d'Epoca" (www.vintageworkshop.it) i cui iscritti hanno fornito i capi e gli accessori che saranno esposti.

Per questo evento espositivo, vero esperimento pilota sul potere evocativo della moda anni ‘80, è stata scelta una cittadina di medie dimensioni collocata nel cuore della Lombardia ed una location inusuale all’interno di un non luogo: lo spazio accogliente sia al piano terra sia al primo piano del Centro Commerciale Mylodi che festeggia in questo 2009 i propri 30 anni.
“Mylodi” è in via Attilio Grandi 6 a Lodi e la mostra ha una collocazione temporale dal 12 al 19 luglio 2009, dalle 8 alle 20 con orario continuato. L’ingresso è libero.

Riferimenti fonte: Comunicato del 12.07.09 a cura di Comunicazione e Marketing Perla, Vicenza
via Vintage Events blog
Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI