Cerca nel blog

venerdì 31 marzo 2017

Mostra ALDO ROSSI e MILANO, 1955-1995 | VERNICE 4.04 al Fuorisalone ORDINE ARCHITETTI MILANO

All’Ordine degli Architetti di Milano
la mostra “Aldo Rossi e Milano, 1955-1995”: un itinerario attraverso i disegni originali, i modelli di studio, i documenti e le fotografie di una delle figure più significative dell’architettura italiana del XX secolo.

La mostra Aldo Rossi e Milano ripercorre i 40 anni di carriera, dagli anni ’50 agli anni ’90, di una delle figure più significative dell’architettura italiana del XX secolo.

cid:image011.jpg@01D2A939.8B167320
Studio per il quartiere Gallaratese, 1969, penna e pennarello su carta.


cid:image012.jpg@01D2A939.8B167320
Aldo Rossi nel suo studio, fine anni Ottanta


cid:image013.jpg@01D2A939.8B167320
Palazzo dei Congressi a Milano. Studio, 1991, acquarello, inchiostro e pennarello su carta.

cid:image014.jpg@01D2A939.8B167320
Studio, 1980, penna e pennarello su carta.


cid:image015.jpg@01D2A939.8B167320
Senza titolo, 1988, matite colorate e penna su carta.

© Eredi Aldo Rossi - courtesy Fondazione Aldo Rossi

La rassegna rilegge alcuni dei progetti milanesi di Aldo Rossi attraverso circa 40 opere originali corredate da modelli di studioscrittifotografiequaderni di appunti concentrati sul suo lavoro nella e sulla città di Milano, dalla formazione al Politecnico negli anni Cinquanta agli studi per lo Scalo Farini presentati alla XII Triennale nei primi anni Sessanta, alle realizzazioni del Monumento ai partigiani di Segrate (1965-67) e dell’unità Monte Amiata 2 al Gallaratese (1968-1973), sino all’ampliamento dell’aeroporto di Linate e al progetto di concorso per la Bovisa negli anni Novanta.

Emerge un viaggio da percorrere attraverso i disegnioriginali e talvolta inediti di Rossi, un sentiero fatto diintrecci architettonici e confronti su varie scale, disegnato su veline gialle o quaderni azzurri, colorato su raggrinzite carte da acquarello ricalcato su fotocopie, tangibile nei modelli di studio, individuabile anche attraverso fotografie delle sue architetture realizzate.

Lente e filtro attraverso cui leggere il mondo, Milano era per Aldo Rossi un libro aperto, di cui scorreva ogni pagina – intrecciando scorci, aneddoti, personaggi e vicende - avendone sempre la storia come rumore di fondo. 

“Era la sua città e sempre lo sarebbe stata”, come afferma Vera Rossi, presidente Fondazione Aldo Rossi che con Ordine e Fondazione degli Architetti di Milano organizza la mostra – sostenuta da Scalo Milano - che sarà inaugurata il 4 aprile alle h. 20.30, all’apertura del Fuorisalone 2017.

“Milano alla ricerca del non definito, del mutevole”, come scriveva Aldo Rossi, è anche la capitale mondiale del design, dell’arredo, del disegno industriale. 

Un primato ricco di documentazione, in cui anche le testimonianze originali di Rossi s’inseriscono a pieno titolo con i suoi viaggi di andata e ritorno tra architettura e design, rappresentati dai suoi disegni fantastici dal tratto onirico, surreale e metafisico, dai marcati salti di scala dimensionali, dai suoi progetti che inseguono una fitta e colta trama di nessi, rimandi e relazioni, dove gli oggetti assumono dimensioni architettoniche quando non urbanistiche.

La mostra è realizzata da Fondazione Aldo Rossi in collaborazione con Ordine e Fondazione dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano, con la collaborazione di collezioni pubbliche e private quali Museo Alessi, MAXXI, La Triennale di Milano.
Sponsor tecnico Molteni&C

vernice
Martedì 4 aprile alle ore 20.30 serata inaugurale. Incontro pubblico alle h. 21.00 con: Alessandro Mendini, AlbertoFerlenga, Vera Rossi, Chiara Spangaro. Modera Franco Raggi.
Ingresso libero sino a esaurimento posti.
sede
Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano
Via Solferino 17 (ingresso dal cancello), 20121 Milano. Ingresso libero.
orari:
4-5-6 aprile: 10-23
7 aprile: 10-17.30
8 aprile: 10-20
9 aprile: 10-16.
10 aprile/5 maggio: 9-13 / 14-18 (sabato e domenica chiuso).

La mostra è realizzata grazie al contributo di Scalo Milano
Scalo Milano è il nuovo distretto dell’eccellenza alle porte di Milano che propone una shopping experience unica: in un complesso industriale contemporaneo, pensato con un layout architettonico pensato dallo studio Metrogramma, circa 130 negozi si estendono su una superficie di 30.000mq e propongono il meglio tra design, fashion e food.

Fiore all'occhiello di questo City Style è la presenza del Design District più grande d'Europa, in cui ci sono 22 negozi monomarca dedicati al meglio del Design made in Italy, tra i quali aziende come Alessi, Cassina, Cappellini, B&B Italia, Molteni, Dada, Vitra, Poltrona Frau, Poliform, Varenna, Kartell e Calligaris.
---

ALTRI EVENTIspettacolo teatrale con Giuseppe Terragni, serata di architettura S.MALL: piccole o grandi, nuove soluzioni architettoniche per lo shopping periferico con Metrogramma Piuarchspazio libri e rivistecortile allestito da Scalo Milano: una speciale lounge, con un setting firmato da alcune aziende del Design District: Calligaris, Kartell e Vitra. 

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI