Cerca nel blog

lunedì 28 novembre 2016

ERIX LOGAN: GRANDE SUCCESSO IN CINA

Dal 20 Settembre al 20 Novembre 2016 Erix Logan,  Sara Maya e il loro Magic Team sono impegnati in un tour che tocca 30 città della Cina. L'Asia è da sempre un'area geografica dove Erix è molto attivo, a cominciare dal 1998, quando il suo spettacolo restò in cartellone per un anno in Corea del Sud, a Seul

È però il primo tour così fitto di date in un lasso di tempo così ristretto:  una sola rappresentazione in ogni città, lo spostamento il giorno successivo, la preparazione e la nuova replica il terzo giorno e così via per due mesi.

Esperienza e professionalità distinguono l’illusionista italo-canadese, che si è esibito con successo nei migliori teatri di tutto il mondo e che è spesso approdato alle principali reti televisive nazionali ed estere. 

Gli spettacoli di Erix Logan, affiancato dalla bravissima Sara Maya, sono originali e curati nel dettaglio: il suo stile è caratterizzato dall’azione, dalla ricerca del rinnovamento e da un’estrema attenzione per le scenografie. 


Prima tappa a Hefei, dopo 3 giorni passati a preparare le attrezzature, fissare le scene e settare le luci. 

La collaborazione con l’interprete Mrs. Lee ha funzionato in perfetta sincronia, il gesto del mago è divenuto poesia e la sua bacchetta ha entusiasmato il pubblico di tutti i teatri in cui si è esibito determinando il grande successo che gli è valso una valutazione a 5 stelle da parte della critica.


Per informazioni info@erixlogan.com

venerdì 25 novembre 2016

“DAL CIELO IN ESCLUSIVA” FOTOGRAFIE DI BRUNO BARILLARI

“Esiste un modo per essere grandi: sembrare più piccoli” la frase, una sorta di traccia nascosta, suggerisce il leit motiv del nuovo progetto artistico del fotografo Bruno Barillari: "Dal Cielo in esclusiva" che sarà allestita dal 2 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017 nelle sale del Must, Museo Storico della Città di Lecce, in Via degli Ammirati, 11. Vernissage il 2 dicembre, ore 19, (con ingresso libero). Presenterà la mostra il giornalista e scrittore Raffaele Gorgoni, autore del testo critico nel catalogo che accompagna la mostra editato da Il Raggio Verde. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino all’8 gennaio 2017, da martedì a domenica, con orario 12-19; lunedì chiuso. Ingresso: 2,50. Info: 339.4487602 Bruno Barillari nasce a Galatina (Lecce) il 3 aprile del 1973. Eredita la passione per la fotografia insieme ad una Rolleiflex biottica GX 2,8 nel 1987. A pochi esami dalla laurea in Economia e Commercio a Parma si diploma invece, nel 1997, all’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. “…preferendo lavorare con la luce che vivere di riflesso…” Dedica il tempo libero alla ricerca, nell’accezione pura del termine. Odiando le etichette, soprattutto nel suo settore, ama considerarsi semplicemente un uomo che scatta fotografie. Le sue foto sono pubblicate dalle più prestigiose riviste - tra le quali Vogue, AD, Sposabella, Dove, Times, Vanity Fair - e quotidiani tra cui Il Corriere della Sera, La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Sole 24 Ore, XL (La Repubblica).

giovedì 24 novembre 2016

Dal 26 di novembre il Museo CSAC di Parma si rinnova

Nuovo percorso espositivo per l’Archivio-Museo CSAC 
Il Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma dal 26 novembre 2016  si rinnova 

Cortile CSAC - foto laboratorio fotografico CSAC


Sabato 26 novembre 2016 l’Archivio-Museo CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma presenta un nuovo percorso espositivo, rinnovato in sette delle sedici sezioni visitabili all’interno della suggestiva cornice dell’Abbazia cistercense di Valserena, a pochi chilometri da Parma.
Una selezione inedita di oltre 600 opere tratta dallo straordinario patrimonio di oltre 12 milioni di pezzi custoditi dallo CSAC e suddivisi tra le collezioni di Arte, Fotografia, Progetto, Media e Spettacolo. 
A partire dal 26 novembre sarà inoltre disponibile al bookshop del museo anche la nuova guida, edita da All Around Art: una pubblicazione che racconterà la storia dell’Abbazia e introdurrà alle diverse sezioni dell’archivio e del percorso espositivo, pensato per rinnovarsi costantemente, come testimoniano i primi 18 mesi di vita dell’Archivio-Museo CSAC. Il primo volume della guida sarà caratterizzato da una sezione speciale dedicata al progetto di allestimento della serie di dipinti Ciao Roberta di Concetto Pozzati e sarà arricchito da un contenuto multimediale accessibile in streaming tramite QR Code. 

Luciano Fabbro, Gesso per Lo Spirato, 1968-1973


L’Archivio-Museo CSAC si articola in sedici sezioni differenti attraverso gli spazi della grande Chiesa cistercense, della Sala delle Colonne, della Sala Ipogea e della Corte delle sculture dell’Abbazia, e rappresenta la complessità e la ricchezza delle prestigiose collezioni dell’archivio CSAC. Sono in tutto sette le sezioni rinnovate di opere e progetti. 
Per tutta la giornata di sabato 26 novembre il biglietto di ingresso sarà ridotto a 5 euro. In linea con quella che è la conformazione trasversale e dinamica dell’Archivio-Museo CSAC, la definizione del nuovo percorso espositivo è stata preceduta negli ultimi mesi da costanti rivisitazioni e trasformazioni: Giulio Paolini, tra i maggiori esponenti dell’Arte Povera italiana, è stato invitato a progettare personalmente il posizionamento, nella prima cappella del transetto sud della Chiesa, dell’opera Early Dynastic, realizzata nel 1971 e donata con un atto pubblico allo CSAC nel 1977. Poco distante è stata riallestita l’opera La porta con l’ombra dello scultore e pittore italiano, celebre per le sue opere in ferro e cemento, Giuseppe Uncini, mentre nell’area presbiteriale in fondo alla navata minore sud sono state allestite due opere dell’architetto e artista minimalista Gianfranco Pardi: Tempio (1980) e Architettura (1973). Di Lucio Fontana (Rosario, 1899-1968) sono custodite negli archivi CSAC oltre 300 opere, tra cui un importante gruppo di disegni. Nella cappella dedicata a Il progetto dell’arte, all’interno del percorso museale CSAC, accanto alla sua scultura in gesso e oro Il Fiocinatore, è esposta da quest’estate una serie di studi, ritratti e figure caricaturali dell’artista, fondatore del movimento spazialista.

Luigi Vietti, Casa del Fascio Intra,  schizzo edificio 1933

Nell’ambito del nuovo riallestimento, dal 26 novembre, nella cappella dedicata al tema Pittura, materia, téchne l’artista Concetto Pozzati ha pensato - a quasi cinquant’anni dalla mostra monografica che nel 1968 inaugurò l’attività espositiva dello CSAC - un progetto di allestimento della serie di tele Ciao Roberta, che troverà il suo completamento nella Sala delle Colonne con un’antologica di disegni dagli anni Cinquanta al 2000, selezionati dallo stesso Pozzati all’interno del Fondo conservato allo CSAC. 

Sorelle Fontana, abito da sposa


La cappella Storie di architettura esporrà invece tre approfondimenti dagli archivi di alcune figure centrali del progetto italiano del Novecento, sui quali si concentrano i programmi di ricerca del centro studi: a Ignazio Gardella sarà dedicato un approfondimento monografico sulle pareti con i progetti per il PAC di Milano, per Borsalino e per la IX Triennale di Milano, mentre l’insula ospiterà due progetti di Luigi Vietti e Roberto Menghi. A questa si affiancherà la sezione Il progetto degli oggetti, interamente dedicata a Enzo Mari, per documentare la sua ricerca tra arte, progetto, didattica e riflessione teorica; Il progetto del corpo sarà raccontato attraverso i disegni e i bozzetti delle Sorelle Fontana, protagoniste assolute dell’alta moda italiana, mentre la sezione Abitare la scena vedrà un rinnovamento dei costumi conservati all’interno dell’archivio dell’Atelier Farani, originariamente pensati per cinema, opera e teatro. 
La cappella Foto-Grafia presenterà quindi un allestimento dedicato alle figure del dopoguerra, tra neorealismo, formalismo e fotogiornalismo: Nino Migliori, grande protagonista della storia dello CSAC, occuperà l’insula centrale, mentre sulle pareti si articoleranno i racconti dagli archivi Publifoto e Dessena Roma e Milano, Mario Giacomelli e Gualberto Davolio Marani, a restituire diverse ricerche e declinazioni della fotografia italiana dagli anni Trenta al secondo dopoguerra. 
L’archivio cresce di uno spazio dedicato alla presentazione delle più recenti donazioni agli archivi CSAC, tra cui quelle di Mario Cresci e Pino Pinelli, entrambe esposte in occasione della recente mostra Fuoco Nero. 
Lo CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, fondato nel 1968 da Arturo Carlo Quintavalle e situato nell’Abbazia cistercense di Valserena, raccoglie e conserva materiali originali della comunicazione visiva, della ricerca artistica e progettuale italiana a partire dai primi decenni del XX secolo. 

Mario Giacomelli, Scanno, 1958


Un patrimonio di oltre 12 milioni di pezzi suddivisi in cinque sezioni: Arte (oltre 1.700 dipinti, 300 sculture, 17.000 disegni), Fotografia (con oltre 300 fondi e più di 9 milioni di immagini), Media (7.000 bozzetti di manifesti, 2.000 manifesti cinematografici, 11.000 disegni di satira e fumetto e 3.000 disegni per illustrazione), Progetto (1.500.000 disegni, 800 maquettes, 2000 oggetti e circa 70.000 pezzi tra figurini, disegni, schizzi, abiti e riviste di Moda) e Spettacolo (100 film originali, 4.000 video-tape e numerosi apparecchi cinematografici antichi). 

Giulio Paolini, Early Dynastic, 1971


Lo CSAC oggi è un nuovo spazio multifunzionale, dove si integrano un Archivio, un Museo e un Centro di Ricerca e Didattica. Una formula unica in Italia, che mantiene e potenzia le attività sino ad ora condotte di consulenza e collaborazione all’istruzione universitaria con seminari, workshop e tirocini, di organizzazione di mostre e pubblicazione dei rispettivi cataloghi (oltre 120 dal 1969 ad oggi), e di prestito e supporto ad esposizioni in altri musei tra cui il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi, il Tokyo Design Center, Triennale di Milano e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid. 


Francesca Caggiati




Ulteriori info su www.csacparma.it 

mercoledì 23 novembre 2016

Mostra L'anima del segno. Hartung - Cavalli - Strazza, fino al 29 gennaio al Museo Civico Villa dei Cedri di Bellinzona

L'anima del segno

Hartung │Cavalli │ Strazza


Museo Civico Villa dei Cedri, Bellinzona

Fino al 29 gennaio 2017




La mostra L'anima del segno. Hartung │Cavalli │ Strazza rende omaggio al segno primordiale, al gesto creatore nella seconda metà del Novecento.

Con l'incontro tra l'artista ticinese Massimo Cavalli (*1930), l'italiano Guido Strazza (*1922) e il precursore franco-tedesco Hans Hartung (1904-1989), Bellinzona (Svizzera italiana) diventa il centro virtuale di un dialogo artistico tra cultura italiana e francese.


Il progetto – che mette in dialogo Massimo Cavalli (*1930), Guido Strazza (Santa Fiora, Grosseto, *1922) e Hans Hartung (Lipzia 1904 – Antibes 1989) – si inserisce in un'importante indagine sulla questione del segno nel ventesimo secolo e sulla nozione di incisore-pittore. 

Nel catalogo ragionato dell'opera grafica di Massimo Cavalli, a cura di Matteo Bianchi (editore di Pagine d'Arte), pubblicato nel 2014, Michel Melot sottolineava «Di quella che ormai si può chiamare la scuola francese dell'astrazione, si può dire che uno dei suoi rappresentanti più completi e dotati sia uno svizzero (…)». 

Punto di partenza di questa mostra è proprio questa doppia appartenenza di Cavalli al linguaggio artistico sia italiano che francese.

Il dialogo che apre L'anima del segno non è solo culturale e artistico, ma è anche un dialogo che sta a cuore al Museo di Villa dei Cedri: l'indagine della relazione di scambio e complementarità tra grafica e pittura. 

Adam Bartsch, all'inizio dell'Ottocento, usa l'espressione storica di peintre-graveur per descrivere i grandi pittori che praticavano l'incisione sempre mantenendo la pittura come sede prioritaria della loro ricerca. 

L'espressione ribaltata di 'incisore pittore' sottolinea invece lo stretto rapporto tra le due tecniche nella pratica artistica di Hans Hartung, Massimo Cavalli e Guido Strazza, dove le due tecniche si influenzano reciprocamente. 

I tre artisti in effetti si esprimono in parallelo con la pittura, il disegno e l'incisione, dove una tecnica è al contempo prolungamento e terreno di sperimentazione dell'altra e viceversa.

Con la programmazione 2016, il Museo Civico Villa dei Cedri afferma il suo interesse per la valorizzazione dei suoi fondi monografici e dell'opera su carta, che lo distinguono in Ticino e non solo. 

Con questa mostra rende omaggio al primo fondo monografico, creato nel 1996 con una donazione di Massimo Cavalli di un centinaio di stampe, nonché dipinti e altri lavori su carta. 

Da allora, il fondo si è arricchito ulteriormente e regolarmente e conta oggi ben 319 opere.
Il catalogo della mostra, a cura di Carole Haensler Huguet, è edito da Pagine d'Arte.
INFORMAZIONI & CONTATTI
L'anima del segno
Hartung │Cavalli │ Strazza

Museo Civico Villa dei Cedri, Bellinzona
Fino al 29 gennaio 2017
Ingresso: CHF 10.- / € 9.- ; ridotto CHF 7.-/ € 6.-
Orari Museo: mercoledì – venerdì: 14.00-18.00 | sabato, domenica e festivi: 11.00-18.00 | lunedì e martedì chiuso

Museo Civico Villa dei Cedri
Piazza S. Biagio 9 | CH-6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 821 85 18/20
E - Mail: museo@villacedri.ch | Web: www.villacedri.ch




--

venerdì 18 novembre 2016

L'Associazione Kouros presenta a Roma la seconda edizione di "Semplicemente Donna", una mostra per celebrare l'animo femminile nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne!

Dopo il successo avuto dalla precedente edizione di "Semplicemente Donna”, collettiva presentata a Firenze un anno fa con ottimo riscontro da parte del pubblico, l'Associazione Kouros di Lucca ripropone l’evento, spostandosi a Roma presso Evasioni Art Studio, piccolo spazio espositivo in pieno centro storico, a due passi da Piazza Venezia.





L'esposizione a cura di Francesca Callipari, sarà inaugurata ancora una volta in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 Novembre 2016), al fine di lanciare un messaggio forte contro ogni violenza!

La figura femminile d'altro canto ha rivestito un ruolo di primo piano nel mondo dell’arte. Ogni artista, sin dai tempi più remoti, ha mostrato attraverso le proprie opere la considerazione e i significati che la società del suo tempo attribuiva alla donna. Da qui la donna è divenuta emblema di sensualità ed erotismo, icona di bellezza per eccellenza, finendo poi essere relegata, soprattutto nelle opere del XIX secolo, al suo ruolo di madre-moglie e procreatrice.
Come evidenziato dalla curatrice dell'evento "è in questi termini che siamo “abituati, ancora oggi, a considerare la figura femminile, ma nella società attuale la donna è anche colei che viene barbaramente uccisa, violentata, sia verbalmente che fisicamente, colei che è spesso privata della propria libertà e dei propri sogni."


Anna Staccini - Pandora 2

Questa collettiva, ridotta sia in numero di opere che per numero di artisti partecipanti rispetto a quella tenutasi un anno fa a Firenze, vuol essere un piccolo omaggio alle donne da parte dell'Associazione Kouros che sin dalla sua nascita si è sempre posta l'obiettivo di sensibilizzare la collettività su tale tematica, purtroppo sempre più attuale e diffusa.

Menna - La rinascita

Sei artiste, non a caso sei donne,si cimentano in questa collettiva indagando dunque le profondità dell'animo femminile al fine di cogliere un’emozione celata, un messaggio nascosto, rappresentando la donna e celebrandola nelle sue emozioni, passioni, paure, fragilità... Semplicemente Donna… e mai più martire da immolare!!

Esporranno le artiste:  Andreea Ioana Dorneanu/Linda Franceschini / Menna / Mina Mevoli/Francesca Patanè/ Anna Staccini


Vernissage: 25  novembre 2016 ore 18:00
Evasioni Art studio, Via dei Delfini 23 Roma


sabato 12 novembre 2016

Over The Real-Festival Internazionale VideoArte Viareggio. Forte dei Marmi, 17/20 nov 2016

OVER THE REAL
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI VIDEO ARTE
seconda edizione

17, 18, 19, 20 novembre 2016
Comune di Viareggio

GALLERIA D'ARTE MODERNA e CONTEMPORANEA
LORENZO VIANI

Comune di Forte dei Marmi
FONDAZIONE VILLA BERTELLI
programma completo su
www.overthereal.com


Dopo il successo dello scorso anno la Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani presenta la seconda edizione di Over The Real – Festival Internazionale di Videoarte che si svolgerà dal 17 al 20 novembre 2016.

Il Festival è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ed è patrocinato dalla Provincia di Lucca, dalla Regione Toscana, dal Comune di Forte dei Marmi.

Quattro giorni di proiezioni, talk, workshop, performance ed eventi collaterali che quest'anno vedranno coinvolta anche una nuova sede: la Fondazione Villa Bertelli di Forte dei Marmi che ha aderito all'intento della GAMC di realizzare una manifestazione che coinvolga ampiamente il territorio versiliese.

Over The Real, diretto da Maurizio Marco Tozzi e Lino Strangis, presenta le più significative linee di ricerca emergenti degli ultimi anni nel panorama internazionale delle arti audiovisive, grazie alla presenza di artisti, critici, curatori e ricercatori fra i più illustri del settore. 

Un Festival che delinea lo stato dell'arte contemporanea in questo presente caratterizzato soprattutto dalla estrema accessibilità e potenza degli strumenti digitali che permettono una enorme quantità di soluzioni estetiche. Una storia iniziata come nicchia (la cosiddetta videoarte) che si è trasformata oggi in un fenomeno estremamente evoluto e complesso.

Fra gli ospiti è confermata la partecipazione di Studio Azzurro che terrà un incontro dal titolo Guardare in #retroprospettiva , tema che si riallaccia alla mostra svoltasi a Palazzo Reale di Milano in occasione dei 35 anni di attività. 

Un'esposizione completa che come spiega Leonardo Sangiorgi. Dal 1982 Studio Azzurro esplora le possibilità poetiche ed espressive delle nuove culture tecnologiche attraverso la realizzazione di videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, percorsi museali, performance teatrali e film, disegnando un percorso artistico trasversale alle tradizionali discipline e formando un gruppo di lavoro aperto a differenti contributi e importanti collaborazioni. 

E fra gli ultimi eventi l'allestimento della Sala Studio Azzurro all'interno del percorso dei Musei Vaticani dedicato alla Collezione d'Arte Contemporanea, curata da Micol Forti, della videoinstallazione interattiva di grandi dimensioni In principio (e poi), realizzata nel 2013 per il primo Padiglione della Santa Sede alla 55° Biennale Internazionale d'arte di Venezia e ispirata ai primi 11 capitoli della Genesi, vale a dire alla Creazione.
 
L'evento sarà presentato da Bruno Di Marino che dal 1989 si occupa di sperimentazione audiovisiva. Storico dell'immagine in movimento, curatore e autore di importanti volumi fra cui appunto Studio Azzurro. Tracce, sguardi e altri pensieri, Feltrinelli, Milano 2007 e l'ultimo Oltre i bordi dello schermo – Conversazioni con i maestri della sperimentazione audiovisiva (Manifestolibri 2016) che presenterà per l' occasione alla Gamc Lorenzo Viani di Viareggio.

La selezione delle opere è nuovamente affidata a curatori di esperienza internazionale fra cui Gabriel V. Soucheyre direttore artistico dello storico festival Videoformes di Clermont-Ferrand (Francia) che dal 1984 è un osservatorio permanente sugli sviluppi di video e culture digitali nell'arte contemporanea; inoltre Veronica D'Auria dell'associazione C.A.R.M.A. di Roma curatrice di moltissime iniziative sia in Italia che all'estero fra cui in paesi come Cina, Brasile ed Australia; Alessandra Arnò vice presidente, co-fondatrice e direttore dello spazio espositivo oltre che della tv web di Visualcontainer (Milano) che nato nel 2008 è il primo distributore italiano di videoarte; Adonay Bermúdez curatore spagnolo che propone la seconda edizione del Festival "Entre Islas" dedicato alle realtà artistiche insulari.

Le opere in programmazione sono di 44 autori, provenienti da tutto il mondo (Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Iran, Israele, Italia, Lituania, Nuova Zelanda, Porto Rico, Portogallo, Spagna, Turchia, Usa, Venezuela), che negli ultimi anni hanno contribuito all'evoluzione delle capacità estetiche e semantiche di queste discipline e questo progetto cerca di offrire un ampio ventaglio di soluzioni formali e modalità linguistiche. 

Mondi originali, trovati spesso accettando la sfida sul piano spettacolare di "tenere il passo" con la più avanzata industria creativa, pur senza approssimarsi mai a questa e pur mantenendo intatta la propria essenza di esperienza e ricerca artistica. 
 
Sempre molta attenzione è dedicata alla formazione e verranno quindi realizzate due incontri didattici sull'animazione digitale e la videoarte dedicati agli studenti delle scuole medie superiori della Versilia e zone limitrofe e agli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Carrara e dell'Università di Pisa. Relatore di questa edizione Igor Imhoff, artista e docente di animazione e modellazione 3d presso la " Scuola Internazionale di Comics" a Padova, che da anni si occupa dei nuovi fenomeni legati all'arte e la tecnologia compreso il videomapping.

Ad impreziosire ulteriormente la qualità e la varietà dell'offerta lo speciale evento di performance live in Villa Bertelli a Forte dei Marmi che vedrà la partecipazione di esponenti di primo piano nel mondo delle performance sonore e audiovisive come i My Cat Is An Alien, band ormai storica con decine di pubblicazioni internazionali all'attivo e collaborazioni di enorme prestigio globale quali quelle con Thurstone Moore e Keiji Haino, Lino Strangis con la sua performance intermediale (che definisce come "un modulo minimo dell'opera totale in epoca digitale") e in apertura i giovani toscani del gruppo Oddfield. L'evento, che si terrà nelle sale espositive della Fondazione Villa Bertelli, introdotto da Vittore Baroni, critico musicale, artista e studioso delle controculture.


Dal 17 al 20 novembre 2016 Over The Real propone dunque al pubblico un'ampia e completa rassegna dei più importanti fenomeni internazionali della cultura digitale.



PROGRAMMA

giovedì 17 novembre
GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30
ore 15.30 proiezione della selezione Introspezioni a cura di Maurizio Marco Tozzi
ore 16.10 proiezione della selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D'Auria
ore 17.30 proiezione del Festival Entre Islas a cura di Adonay Bermúdez
ore 18.10 Cerimonia di presentazione del Festival
a seguire aperitivo
venerdì 18 novembre
GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 10 alle ore 12
Incontro didattico con IGOR IMHOFF (animazione digitale e videoarte)

GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30
ore 15.30 proiezione della selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D'Auria
ore 16.50 proiezione della selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò
ore 17.20 proiezione della selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre
ore 18.05 proiezione della selezione Introspezioni a cura di Maurizio Marco Tozzi
dalle ore 18.45 alle 19.30 Talk con Maurizio Marco Tozzi, Lino Strangis, Veronica D'Auria, Alessandra Arnò, Paolo Simoni, Gabriel V. Soucheyre

sabato 19 novembre
Fondazione Villa Bertelli Forte dei Marmi dalle ore 10 alle ore 12
Incontro didattico con IGOR IMHOFF (animazione digitale e videoarte)

GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 10.00 alle ore 12.00
ore 10.00 proiezione del Festival Entre Islas a cura di Adonay Bermúdez
ore 10.40 proiezione della selezione Introspezioni a cura di Maurizio Marco Tozzi
ore 11.20 proiezione della selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò

GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 17.15
ore 15,30 proiezione della selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre
dalle ore 16.15 alle ore 17.15
presentazione del libro di Bruno Di Marino
Oltre i bordi dello schermo – Conversazioni con i maestri della sperimentazione audiovisiva (Manifestolibri 2016)

Fondazione Villa Bertelli Forte dei Marmi dalle ore 18 alle ore 20
Performance intermediali di:
My Cat Is An Alien
Lino Strangis
Oddfield
presenta l'evento Vittore Baroni
a seguire aperitivo

domenica 20 novembre
GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30
ore 15.30 proiezione della selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D'Auria
ore 16.50 proiezione della selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò
ore 17.20 proiezione della selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre

dalle ore 18.15 alle 19.30
GUARDARE IN #RETROPROSPETTIVA
Incontro con STUDIO AZZURRO
presenta Bruno Di Marino





Elenco degli Artisti e Opere



Selezione INTROSPEZIONI a cura di Maurizio Marco Tozzi

MIST (Alessandro Amaducci + Eleonora Manca) (Italia) – Transient, 3'12", 2015

Michele Sambin (Italia) – Diogene 1977_2016, 5'32", 1977-2016

Duygu Nazlı Akova (Turchia) – Hive, 4'00", 2014

Isabel Perez De Pulgar (Spagna/Francia) – Helix Aspersa, 6'04", 2016

Angelica Bergamini (Italia/Usa) – Meditation, 1'31", 2016

Marcantonio Lunardi (Italia) – The Cage, 5'46", 2016

Sofia Bersanelli (Italia) – Ritorno a mia madre, 6'20", 2015

Alberta Pellacani (Italia) – Camminare sull'acqua, 3'22", 2016

Rodrigo Noya (Argentina) – Composition n°2, 5'06", 2016


Selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D'Auria

Carmelo Brustia (Italia) - Born, 6'43'', 2016

Lino Strangis (Italia) - A strange earthquake of the mind, 6'45'', 2016

Boris Labbé (Francia) - Any Road, 10'04'', 2016

Ahmad Nejad (Iran) - Quelques minutes de rêve, 3′,53", 2014
Masoud Moein Eslam (Iran) - Tehran, 2'55", 2015

Christin Bolewski (Germania) - shizen?natural, 7'15'', 2015

Roberto Opalio / My Cat is an Alien (Italia) - The Antigravitational Sense Of Nothingness, 4'16'', 2016

Antonello Matarazzo (Italia) - Pneuma, 2'33'', 2015

Roberto Liberati (Italia) - Psychogeography, 6'15'', 2016

Igor Imhoff (Italia) - Zero, 5'35'', 2014

Silvia De Gennaro (Italia) - This is not a horror movie, 6'29'', 2014
Paolo Bandinu (Italia) - No Country, 2'21'', 2015

Rimas Sakalauskas (Lituania) - Bipolar, 9'59'', 2015

Piero Chiariello (Italia) - Luce sul mare, 4'16'', 2015



Selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò

Flavio Scutti (Italia) - Rides, 5'26", 2016

Matteo Pasin (Italia) - Weltanschauung - Il mondo come volontà di rappresentazione, 5'50", 2016

Sonia Armaniaco (Italia) - No more upgrade, 2'32", 2016

Debora Hirsch (Brasile/Italia) - ETIX, 1'33", 2003

Rita Casdia (Italia) - Skin Life, 2'28", 2014

Riccardo Muroni (Italia) - 010, 11'11", 2015


Selezione Festival Entre Islas diretto da Adonay Bermúdez

Martinho Mendes (Madeira – Portogallo) - Belladonna, 7'43", 2015
Curatore: Vítor Magalhães (Portogallo)

canecapovolto (Sicilia – Italia) -Having Fun Not Learing, 8'03", 2015
Curatrice: Serena Ribaudo (Italia)

Moneiba Lemes (Canarie – Spagna) - First we take Berlin [?], 6'40", 2014
Curatore: Adonay Bermúdez (Spagna)

Bronwyn Holloway-Smith and Simon Ward (Nuova Zelanda) - Destination Pioneer City, 6'22", 2012
Curatore: Rob Garrett (Nuova Zelanda)

Luis Mata e Juan Carlos Portillo (Isla Margarita – Venezuela) - Buscando horizontes, 3'17", 2013
Curatrice: Leyla Dunia (Venezuela)

Jason Mena (Porto Rico) - Meaningless work, 6'23", 2005
Curatrice: Sofía S. Reeser del Rio (Porto Rico)


Selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre

Julian Masson (Francia/USA) - Shape Shifter, 4'03", 2014

Ryo Ikeshiro (Giappone/Inghilterra) - Construction in Kneading, 6'30", 2013
Hugo Arcier (Francia) - Je pars, 4'44", 2014

Edouard Taufenbach (Francia) - FROM A TRAIN, 3'40", 2014

Dalit Sharon & Amichy Bikovsky (Israele) - A Machine for Living, 2'49", 2015

Bennet Meyer & Iris Schwarz (Germania/Austria) - Artefrakt, 2'56", 2014

Moïa Jobin-Paré (Canada) - 4min15 au révélateur, 4'44", 2015

Myriam Boucher (Canada) - Cités, 11'01", 2015

Jeroen Cluckers (Belgio) - Oneiria, 3'52", 2014



Info:
GAMC Lorenzo Viani
Palazzo delle Muse, Piazza Giuseppe Mazzini, 22, 55049 Viareggio LU
Telefono: 0584 581118

Fondazione Villa Bertelli
Viale Giuseppe Mazzini, 200, 55042 Forte dei Marmi LU
Telefono: 0584 787251



COLLABORAZIONI
Le attività che si svolgono alla Fondazione Villa Bertelli di Forte dei Marmi sono realizzate con la collaborazione di Stefano Leone.

CATALOGO
Kappabit – Roma

COMUNICAZIONE
Bogus Lab – Viareggio

MEDIA PARTNER
ArtsLife, Egg Magazine, JULIET,

MAIN SPONSOR
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca
Emanuel Bertuccelli (Family Banker – Banca Mediolanum)
SPONSOR TECNICO
LIT di Marco Betti

PARTNERSHIP
Cantine Bellini; Maki Maki; Pietrasantarte; Ristorante Nostromo; Ristorante Trinchetto; Hotel Da Filiè; Hotel Villa Morgana; Hotel Lukas; B'art. 



--
Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI