Cerca nel blog

venerdì 25 marzo 2016

IN ARTE BELZEBU' - PECCATI D'ARTE CONTEMPORANEA AL COMPLESSO DEI DIOSCURI AL QUIRINALE - 14 APRILE 2016 - ROMA


 

Gall'Art Roma


presenta

Mostra d'Arte Contemporanea


in Arte BELZEBU'

Peccati d'Artista che esorcizzano il Male


"Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo;

e il suo numero è seicentosessantasei" (Apocalisse di Giovanni 12,18)


progetto di

Emilio Sturla Furnò

curatrice

Giovanna Gazzolo


in collaborazione con

Associazione Presidio Italia

opere di

Paola Romano, Camilla Ancilotto, Margherita Lipinska,

Eugenia F. di Napoli, Sonia Ceccotti, Laura Sindici, Ekaterina Malakhova,

Ewa Kuzniar, Constantin Migliorini, Alik Assatrian,

Margherita Gazzolo, Priscilla Contesini, Gianluigi Contesini


Inaugurazione: Giovedì 14 Aprile 2016

dalle ore 18.00 alle ore 21.00

Apertura al pubblico: Venerdì 15 Aprile 2016

Dalle ore 9.00 alle ore 18.00


Complesso Monumentale dei Dioscuri al Quirinale

Via Piacenza 1

ROMA



Satana, Lucifero … "In Arte Belzebù". Il demonio è il tema della prima mostra italiana d'Arte Contemporanea che racconta il maligno con gli occhi di artisti italiani e stranieri, nata dall'idea di Emilio Sturla Furnò e della gallerista e curatrice d'arte Giovanna Gazzolo di Gall'Art Roma.


La mostra – oltre cinquanta opere di pittura e scultura – è allestita presso le sale del Complesso Monumentale dei Dioscuri al Quirinale in Via Piacenza 1 – è realizzata in collaborazione con l'Associazione Presidio Italia e inaugura, su invito, Giovedì 14 Aprile 2016 alle ore 18.00.


Paola Romano, Camilla Ancilotto, Margherita Lipinska, Eugenia F. di Napoli, Sonia Ceccotti, Laura Sindici, Ekaterina Malakhova, Ewa Kuzniar, Constantin Migliorini, Alik Assatrian, Margherita Gazzolo, Gianluigi Contesini, Priscilla Contesini suggestionati dal principe di tutti i demoni e fonte di ogni male, che insidia i figli degli uomini promettendo loro agiatezze che in realtà non concederà mai. Un "esorcismo creativo" in cui le tentazioni sono rappresentate ora sulla tela, ora divengono sculture e installazioni.


E' il "gran dragone" descritto nell'Apocalisse di Giovanni (12,10) "il serpente antico che è chiamato diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo fu gettato giù; fu gettato sulla terra e con lui furono gettati anche i suoi angeli".


Secondo solo a Lucifero, Belzebù, per il cristianesimo medievale, è il signore di 6.666 demoni, numero arrivato a noi grazie alle profezie della Monaca di Dresda

L'importanza di questo principe infernale è tale che Dante Alighieri, nella Divina Commedia (Inferno, XXXIV, 127), parla di Belzebù come di "principe de' dimoni e de' traditori di loro signori", identificandolo con Lucifero.


In Arte Belzebù è una raccolta di "peccati d'artista" per riflettere e far riflettere anche attraverso un percorso segnato da citazioni tratte dall'Antico e Nuovo Testamento.


Numerosi esorcisti testimoniano che ancor oggi Belzebù è uno dei principali demoni che causa possessioni e anche uno dei più difficili da scacciare poiché, essendo un demone di rango superiore, spesso è accompagnato da intere legioni di demoni. 

Questo progetto propone di rappresentare l'idea male con lo scopo di esorcizzarlo attraverso la creatività e la fantasia.


"Bisognerebbe chiedersi anzitutto come, ed a quali condizioni, il diavolo" – apre così il testo critico a cura di Tommaso Gazzolo nel catalogo della mostra – "faccia il suo ingresso, storicamente, nelle arti figurative, e poi in una tradizione iconografica quale quella cristiana. Questa domanda – se pensata adeguatamente – non chiede come il diavolo venga rappresentato (non rimanda alla storia delle sue diverse raffigurazioni), bensì come la rappresentazione del diavolo consenta all'arte di seguire nuove strategie, creazioni, trasformazioni interne alla propria ricerca. Ciò che sarà sempre in questione, nell'arte, non sarà mai il problema di come "rappresentare" il diavolo, quanto piuttosto di come il diavolo consenta la sperimentazione di nuovi colori, nuove linee, forme, movimenti".




GALL'ART ROMA - nata da un'idea della sua titolare Giovanna Gazzolo - è un'agenzia d'arte contemporanea che rappresenta artisti noti a livello internazionale, senza trascurare i giovani talenti emergenti. La galleria, con la sua vasta raccolta di opere, si è imposta nello scenario artistico per la qualità e l'originalità delle proprie scelte che hanno contribuito a creare un centro di eccellenza e di riferimento per coloro che sono particolarmente attenti alle nuove espressioni artistiche d'avanguardia. Il gruppo di artisti di Gall'Art Roma provengono maggiormente dall'Est Europeo, soprattutto dalla Russia, ma anche da Armenia, Francia, Spagna, Italia e altri ancora provenienti dal Brasile e dal Qatar. Gall'Art Roma partecipa alle più prestigiose fiere internazionali d'arte contemporanea ed organizza eventi artistici in Musei e altre prestigiose sedi. Numerose le esposizioni e gli eventi organizzati all'estero, come in Francia, Svizzera, Belgio, Ungheria e Inghilterra.



PRESIDIO ITALIA è una Associazione Nazionale di Promozione Sociale senza scopo di lucro, costituita a settembre 2015, democratica, di formazione della persona e culturale, che opera nella difesa e promozione delle ricchezze culturali eno-gastronomiche, agroalimentari, artigianali e artistiche territoriali, in particolare nel campo dell'alimentazione. L'Associazione – presieduta dallo Chef Massimo Malantrucco - pone al centro dell'attenzione il valore del Made in Italy, della protezione e conservazione dei prodotti e delle identità territoriali come primaria fonte di ricchezza culturale e turistico/commerciale soprattutto nell'era della globalizzazione.




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI