Cerca nel blog

giovedì 11 dicembre 2014

Frammenti d'identità/ mostra personale di Giuseppe Aldi/ venerdì 12 dicembre ore 17.30



Simultanea Spazi d’Arte
Frammenti d’identità
Mostra personale di pittura e scultura di Giuseppe Aldi

12 dicembre 2014/ 07 gennaio 2015

Inaugurazione/ Opening venerdì 12 dicembre ore 17.30



Frammenti d’identità è il titolo della personale di pittura e scultura dell’artista lucchese Giuseppe Aldi che si terrà dal 12 dicembre al 7 gennaio nella sede dell’associazione artistico culturale Simultanea Spazi d’Arte a Firenze. 

Dopo gli esordi come pittore realista, Giuseppe Aldi ha maturato una visione artistica che guarda con interesse all’astrazione informale, trasformando la tradizionale prospettiva pittorica in una simbolica proiezione del suo vissuto. Come recita il titolo della mostra, le opere esposte esplorano il concetto d’identità come diaframma tra sé e l’altro, tra il visibile e l’invisibile, tra l’interiorità e la realtà esterna, risolvendosi in una sintesi cromatica e gestuale che restituisce il senso di una profonda frammentazione interiore. Il colore guida lo sguardo dell’osservatore all’interno di una dimensione spaziale illimitata, passando attraverso diversi strati di lavorazione ottenuti combinando colori acrilici e pigmenti materici. 

La mostra si articola in quattro sezioni - Esplosi, Reconditi, Percezioni e Stanze segrete - che ruotano intorno al concetto di origine declinato con un uso del colore sempre diverso e con la presenza di un fulcro da cui le pennellate si propagano fino a spingersi oltre i limiti della tela. Il risultato è una configurazione cromatica dinamica e potente, che ora si divide come per effetto di un'esplosione, ora assume un andamento circolare, ora si distribuisce lungo le direttrici di un’ideale prospettiva. 
 
Al rigore delle pennellate impresse con vigore sulla tela, si contrappone l’indefinitezza dei colori di fondo, che azzerano la bidimensionalità del supporto e lo trasformano in uno spazio mentale, dove sono i ricordi, i pensieri e le sensazioni a prevalere. In alcuni dipinti il soggetto naturalistico si disgrega totalmente davanti agli occhi dello spettatore, lasciando vaghe tracce della sua presenza; in altri, invece, il dato oggettivo resta riconoscibile, con il risultato di sospendere lo sguardo tra realtà e astrazione. 

In certi casi la gamma cromatica si restringe a poche tinte per convogliare l’attenzione su di un’apertura centrale che sembra evocare una fessura sull’inconscio o un varco da attraversare per spingersi oltre il visibile. Sono opere che nascono come dichiarazione di uno stato d’animo, di una visione della propria interiorità, e che, allo stesso tempo, vogliono esaltare il gesto dell’artista fino a farne il vero soggetto del dipinto. 

Nelle sculture, realizzate con materiali di recupero, il frammento viene ricondotto all’unità mediante l’assemblaggio di singoli elementi - dadi, bulloni, rondelle, blocchi e piastre di ferro - combinati in maniera da creare figure simili ad un automa, vale a dire un incrocio tra l’essere umano e la macchina che esemplifica il senso di alienazione sotteso alla società contemporanea. 

 
Giuseppe Aldi nasce nel 1962 a Lucca, dove si diploma all'Istituto d'Arte sotto la direzione di Guglielmo Malato. La sua attenzione è rivolta non solo alla pittura, ma anche alla poesia, alla musica, al fumetto e alla fotografia. Ancora studente partecipa attivamente alla scuola del fumetto nata all’interno dell'Istituto d’Arte e promossa da Bruschini e Di Vita, ottenendo uno spazio espositivo alla prima mostra del fumetto di Lucca, dove conosce Hugo Pratt e Lido Contemori.

Partecipa a numerose mostre nazionali di fotografia, aggiudicandosi molti premi e riconoscimenti nella sezione “foto artistiche in bianco/nero”. In un primo periodo la sua pittura è indirizzata verso il figurativo, nei suoi quadri esalta con passione la natura ritraendo con eleganza atmosfere toscane e scene di vita quotidiana. 

La sua continua ricerca di nuove forme espressive lo porterà inevitabilmente all’incontro con l’informale , pittura che tutt’oggi esercita e predilige riscuotendo l’unanime consenso degli “addetti ai lavori”. Al suo attivo ha numerose estemporanee, mostre collettive e personali. Espone in varie gallerie quali: "L'Arte" via Elisa n. 49 Lucca; "Hinsdale Gallery" 6 West First Street, Hinsdale-Illinois. E’ ideatore e promotore del “teatrino del Serchio”, che gestisce amatorialmente con il figlio Sebastiano proponendo spettacoli inediti da lui ideati nel recupero delle vecchie storie e tradizioni popolari. Attualmente vive nelle campagne lucchesi.


Sito internet:
http://www.pitturiamo.it/Giuseppe-Aldi-482.asp     www.pucciartfactory.com

Nessun commento:

Posta un commento

Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI